Annunci
Ultime notizie di cronaca

Ecco il piano definitivo per la demolizione delle pile 10 e 11. Saranno evacuate 3170 persone

Demolizione delle Pile 10 e 11 e conseguente evacuazione, ecco il piano elaborato dal Commissariato per la ricostruzione in collaborazione con il Comune di Genova e la Protezione Civile.

Sul sito del Commissariato si leggono le risposte alle domande più frequenti dei cittadini.

Quale area sarà interessata dall’evacuazione per la demolizione delle Pile 10 e 11 di Ponte Morandi?

Le indicazioni fornite dalla struttura commissariale al Comune di Genova consistono nell’individuazione di 3 diverse fasce di rispetto dalla zona di esplosione (pile 10 e 11, impalcato e rampe di collegamento).

1. Fascia entro i 250 metri: zona di evacuazione della popolazione, come indicato nel par. 3.2 della Relazione Metodologica redatta dall’ATI (Associazione Temporanea d’Impresa) esecutrice della demolizione del ponte Morandi (Omini-Fagioli-IREOS e IPE-Progetti);
2. Fascia entro i 300 metri: estensione a scopo cautelativo della zona soggetta ad evacuazione della popolazione ed allontanamento di ogni tipo di veicolo dalle 7 alle 22,o fino cessate esigenze, nel giorno della demolizione;
3. Fascia compresa tra i 300 ed i 400 metri: zona soggetta a divieto di transito e stazionamento all’aperto per la popolazione, dalle 9 alle 15, nel giorno della demolizione.

Quante persone saranno interessate?

Le persone totali da evacuare saranno 3170 (da piano della Protezione Civile).

Quanto durerà l’allontanamento dalle case?

Dalle 7 del mattino fino alle 22:00, o fino a cessate esigenze.

<In caso di non possibilità di rientro in casa – spiega Sergio Gambino, assessore delegato alla Protezione Civile, le famiglie con bambini sotto i 3 anni verranno trasferiti presso strutture alberghiere mentre per tutti gli altri nei centri di accoglienza verranno montate il numero necessario di brandine e coperte sufficienti per tutti>. È il cosiddetto “piano B”.

Come vi comporterete con le fasce deboli?

Le persone over 75, quelle segnalate dall’asl, quelle segnalate dagli assistenti sociali, particolari invalidità temporane (allettate per malatie o per gamba rotta etc etc) donne incinta dal terzo mese di gravidanza o con gravidanze a rischio, verranno sistemati presso strutture alberghiere dal giorno prima della demolizione fino al giorno dopo della demolizione. (Se lo richiederanno)

Dove potremo andare durante l’allontamento dalle case?

Abbiamo allestito 8 punti di accoglienza al coperto (ad ogni nucleo familiare verrà assegnato un punto di accoglienza), dove chi vorrà potrà essere accompagnato con bus navetta forniti da Amt, Saranno forniti i pasti o con pasti veicolati presso i punti di accoglienza o con tiket da utilizzare presso ristoranti e bar che stiamo convenzionando.

Dovrò spostare i veicoli?

Le auto dovranno essere spostate dal raggio di evacuazione. Stiamo predisponendo un’area parcheggio ( presso Ikea) con navette di Amt che porteranno le persone ai centri di accoglienza a cui saranno assegnati. E’ in fase di realizzazione il piano globale di moblità che sarà reso pubblico non appena disponibile. 

Ho un cane/gatto. Cosa dovrò fare quel giorno?

I nuclei familiari dovranno portare con loro gli animali domestici e d’affezione. 

Come posso avere più informazioni?

Dal 15 giugno è cominciato un capillare “porta a porta” effettuato da agenti di Polizia Municipale e Protezione Civile, per raccogliere tutte le esigenze dei nuclei familiari e per dare informazioni.
Da lunedi 17, fino a cessate esigenze, verranno allestiti appositi punti di informazione (via Fillak alta, via Capello e via del Campasso, con orario 8 -19) per rispondere ad ogni domanda.

Martedì 18 verranno fatte due incontri pubblici per spiegare tutto il piano e rispondere alle domande alla presenza del Sindaco Marco Bucci

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: