Dragaggio nel porticciolo, rivolta a Nervi. Il M5S porta in consiglio le perplessità sulla ditta esecutrice

Maria Tini: <Una piramide di fanghi lasciati in spiaggia da venerdì>
Paolo Fanghella: <Viavai di camion da 3 giorni, ritardo solo di qualche giorno>

Il consigliere pentastellato Maria Tini ha ricordato come i cittadini di Nervi si lamentino per il modo in cui viene svolto il dragaggio. La stessa Tini ha detto in consiglio: <Da venerdì a oggi è stata formata una piramide di fanghi sulla spiaggia>.
Secondo l’assessore competente Paolo Fanghella, invece, <Da 3 giorni c’è un continuo viavai di camion per portare via il materiale>.
Il consigliere del M5S ha anche espresso dubbi sull’azienda realizzatrice e ha chiesto come sia stata scelta e se sia in possesso del certificato antimafia. Infine si è detta perplessa circa la possibilità che i lavori finiscano in tempo e, cioè, entro il 25 maggio.
Fanghella ha risposto che l’impresa, con sede a Messina, ha vinto una gara d’appalto. Ha specificato che i fanghi di dragaggio non sono tossici o nocivi e che quindi lo smaltimenti sarà effettuato secondo la loro categoria. Ha aggiunto che i lavori sarebbero in ritardo <solo di qualche giorno> e che in 3 giorni sarebbero stati rimossi <3 mila metri cubi di materiale, pari ai due terzi dell’area interessata>. Ha anche annunciato che già venerdì potrebbe essere aperto un canale per l’uscita delle barche.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: