Annunci
Ultime notizie di cronaca

Neve, bus bloccati in collina, 18 metri fermi in corso Europa, mezzi difficoltà in centro

Il sindacato degli autoferrotranvieri Orsa vuole fare chiarezza sulla questione catene per i bus

Leggiamo sui social che la gente lamenta il fatto che i bus non sono catenati, cerchiamo di fare chiarezza.
Un bus per montare le catene deve essere posto o in fossa o sollevato a seconda del modello, ieri sera sono stati catenati una decina di bus per la Valpolcevera e sono stati fatti uscire in mattinata su linee critiche come 270, 272, 66. A seguito della poca neve sono stati fatti rientrare e sostituiti da vetture senza catene, un bus catenato senza la presenza di neve deve tenere una velocità molto bassa, si rischia di sfondare l’asfalto, sospensioni e gomme senza contare la pericolosità in caso di strappo della catena.
Purtroppo a seguito dell’attuale viabilità raggiungere il deposito di Via Reti è un’impresa, la repentina nevicata pomeridiana non ha permesso ai bus di rientrare perché senza catene sono rimasti bloccati e quelli catenati usciti nel frattempo, sono rimasti bloccati dalle auto e dai tir di traverso.
Sostituire i bus 18 metri si poteva fare ma con quali bus? AMT non ha bus sufficienti per il servizio attuale e pensiamo abbia bus di scorta da tenere fermi catenati pronti ad intervenire?
È facile lamentarsi e cruticare ma a monte il problema è complicato, se fosse stato buttato più sale questo non sarebbe accaduto.


Domani le scuole saranno aperte. Lo conferma il consigliere delegato alla protezione civile del Comune Sergio Gambino


Metropolitana aperta tutta la notte (corse ogni 15 minuti), così come funicolare Zecca-Righi e Sant’Anna e cremagliera Principe-Granarolo (corse ogni 30 minuti).


Nella zona dell’ospedale Villa Scassi, a Sampierdarena, il bus 65 è rimasto a lungo fermo in via Fanti perché ha urtato un muro. Si è rotto uno dei vetri laterali.
A Coronata il bus 62, scivolando sulla neve, è andato a finire su alcune auto. Anche lì il transito è bloccato. Molte, purtroppo, sono le persone che si sono messe in strada senza gomme da neve o catene o, addirittura, in scooter.


In viale Bracelli, a Marassi, è caduto un albero di fronte alla scuola Fanciulli. La foto di Nicoletta Torrigino


Polemica Cristina Lodi, capogruppo Pd. In consiglio comunale

GENOVA MERAVIGLIOSAMENTE BLOCCATA
NON HANNO RIUNITO IL COC (CENTRO OPERATIVO COMUNALE PER GESTIRE LE EMERGENZE ) visto l’aggravarsi della situazione
Non è stato cosparso sale nelle strade soprattutto nelle strade collinari (avevano annunciato che il sale sarebbe stato cosparso ieri sera SOPRATTUTTO SULLE ALTURE)
Non c’è stato piano preventivo AMT come invece hanno fatto le Ferrovie dello Stato quindi tutti in mezzi in giro allo scattare dell’allerta per poi bloccarsi senza catene e bloccare la maggior parte del servizio ( i mezzi devono rientrare in rimessa per mettere le catene)
RISULTATO : messa in pericolo di cittadini e lavoratori a causa dei forti disagi nella circolazione.
Ma va tutto bene e magari sarà colpa dei cittadini!!!!! O dei Municipi.
Allora anticipo che la pulizia delle strade nel piano neve comunale è tutta a carico di AMIU!!!


AGGIORNAMENTO: bloccato il traffico in corso Martinetti e via del Fossato a Sampierdarena e a san Martino, a cui è relativo il video sotto, di Vittorio.

Bus senza catene bloccati in collina a Bolzaneto e a Granarolo, ma anche maxi bus da 18 metri in difficoltà in corso Europa e in centro. Strada bloccata a la Brigna, a Voltri. La nevicata cominciata da poche ore rischia di mettere in scacco la città. 10 i mezzi spargisale in azione. Ma la situazione è molto difficile.

Bus fermi ovunque, senza catene, che rischierebbero di scivolare. Si attendono i mezzi con le catene. Fermi i bus delle linee 270 e 272 a Begato e 355 a Granarolo, oltre al 66.

<È inaccettabile mettere a rischio l’incolumità di autisti e dell’utenza utilizzando mezzi privi di catene in piena allerta meteo – dice Lorella Fontana, capogruppo della Lega a Tursi – . Questo è indicativo per irresponsabilità da parte di chi dovrebbe avere un senso ben alto di cosa significa viaggiare in sicurezza! Chiederò lumi in sede consiliare>.
Gianni Crivello, capogruppo dell’omonimo gruppo, già assessore alla protezione civile, dice: <Ci criticavano se sprecavamo il sale, ma oggi ne hanno utilizzato sulle strade collinari principali e sono molte?>. L’impressione è che molte strade collinari siano state trascurate.
Matteo Frulio, assessore del Municipio VII Ponente, dice che <Il sale é a disposizione per associazioni e comitati delle colline. È disponibile presso il palazzo del Municipio a Voltri, terzo piano. Se la situazione perdura, oltre al magazzino di porteremo il sale nell’atrio del municipio>.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: