Annunci
Ultime notizie di cronaca

Il paradiso web degli umarell, il portale georeferenziato del Comune che mappa i cantieri

Segnalate le fasi di previsione, di avanzamento lavori, con la previsione i chiusura. Siamo andati a cercare il contestato cantiere del ponte di via Giotto e, curiosamente, non è segnalato

Perché prendere caldo o freddo per seguire i cantieri? Per la gioia di tutti gli “umarell” (termine dialettale bolognese – ma ormai in uso in tutta Italia – che identifica specificamente i pensionati che passano il tempo a guardare gli operai, soprattutto quelli addetti lavori stradali, in maniera stereotipata con le mani giunte dietro la schiena e offrendo consigli indesiderati agli operai) da oggi i cantieri si possono seguire comodamente da casa.
Scherzi a parte, l’iniziativa del Comune è utilissima a tutti, ad esempio per evitare le zone dove il traffico è messo in difficoltà dagli scavi aperti, per sapere quali interventi sono previsti e con che tempi.
L’iniziativa è stata presentata a Palazzo Tursi dall’assessore ai Lavori pubblici e manutenzioni Paolo Fanghella e dall’assessore all’Informatica Matteo Campora, che l’Amministrazione ha realizzato nell’ambito della comunicazione e della trasparenza con i cittadini. Ad offrire questo monitoraggio, senza costi aggiuntivi per il Comune, è un geoportale ideato, sviluppato e realizzato dalla Direzione Lavori Pubblici insieme alla Direzione Sistemi Informativi.
<Il sistema – dicono a Tursi – offre un quadro completo, puntuale e preciso di tutte le opere pubbliche e manutentive: in progettazione, in procedura di gara, in fase realizzativa e anche di quelle concluse>. Una curiosità: siamo andati a cercare il contestato cantiere del ponte di via Giotto e manca all’appello: curiosamente, non è segnalato anche se ancora in corso per almeno 3 mesi.

Lo screenshot dal sito della zona di via Giotto. Il cantiere “eterno” del ponte non è segnalato. Ce n’è un altro in fase di assegnazione. Il sito del comune lo descrive così: TORRENTE CHIARAVAGNA: ADEGUAMENTO DELLE SEZIONI D’ALVEO IN CORRISPONDENZA DEL PONTE OBLIQUO

L’archivio parte da luglio 2017, con l’insediamento della giunta del sindaco Marco Bucci, e l’aggiornamento in tempo reale di ciascun cantiere è garantito dall’inserimento automatico richiesto in fase di emissione di ogni bando di gara.

Nella nuova versione del sito ufficiale del Comune lanciata ieri, il portale è raggiungibile dall’area “Sportello Comunale Online” nel settore “Cartografici” oppure andando direttamente al link

<a href="https://mappe.comune.genova.it/MapStore2/#/viewer/openlayers/1000002445">https://mappe.comune.genova.it/MapStore2/#/viewer/openlayers/1000002445</a>

 

Oltre alla georeferenziazione che colloca nella mappa ciascun intervento, nella planimetria vengono specificate la tipologia e le tempistiche di inizio e fine lavori. L’utilizzo di questo portale interattivo è semplice ed intuitivo. Funzioni e fruibilità sono anche illustrate nel dettaglio da un tutorial sempre disponibile anche in fase di esplorazione della mappa. È anche possibile effettuare ricerche tramite indirizzi specifici, coordinate gps e filtri ed esportare i dati di proprio interesse. Ciascun cantiere, infine, è caratterizzato da un colore che ne indica la propria specifica evoluzione.

Ultima curiosità. Il termine umarell (talvolta indicato al plurale come “umarells”) ottenuto una ritrovata popolarità negli anni 2010 attraverso due libri descritti come “best sellers” e un blog associato, scritto da Danilo Masotti.

Certamente la speranza di capicantiere e operai è che gli umarells si accontentino ora della versione web, non interattiva col cantiere stesso, e li lascino lavorare in pace. #sischerza

 

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: