Annunci
Ultime notizie di cronaca

Qualità della vita Sole24Ore, a Genova il crollo della Cultura che frana di 24 posizioni in 2 anni

13 posizioni perse nell’ultimo anno e tra il 2016 e il 2017 ne aveva già perse 11. Musei chiusi, mostre senza respiro nazionale e internazionale, Palazzo Ducale letteralmente spento. Non resta che sperare che Serena Bertolucci, manager culturale-miracolo che da gennaio sarà direttore della Fondazione per la Cultura, faccia il miracolo. È la prima scelta prestigiosa e i qualità di queste amministrazioni regionale e comunale e può fare davvero la differenza


AGGIORNAMENTO: siccome altri media hanno pubblicato altri dati, addirittura in crescita, pubblichiamo gli screenshot dal sito de “IlSole24Ore”, tutt’ora online e disponibili ai link 2017 e 2018

 

 

Che la Cultura, quella con la C maiuscola, non sia più una priorità a Genova era già chiaro da un po’: Palazzo Ducale senza mostre di rilievo, a respiro nazionale e internazionale, un civico “cultural manager” (figura aggiunta) di cui non è ancora disponibile sul sito dell’Amministrazione il curriculum (e da quello disponibile sulla sua pagina web non si evincono particolari competenze universitarie né esperienze professionali degne di nota malgrado che in questo campo il curriculum pesi più che in altri e sia fondamentale), chiuso il museo d’arte moderna di Villa Croce, chiuso il museo (privato) dedicato a Emanuele Luzzati. Non serviva la ricerca del quotidiano economico per eccellenza, il Sole24Ore, a tratteggiare gli elementi del disastro. Ma il risultato della statistica costruita su elementi oggettivi (numeri e non politica) pesa come un macigno.
Genova crolla in soli 12 mesi di ben 13 posizioni (avendone persi già 27 nel 2017), passando dalla 16ª alla 29ª. Perde colpi persino l’indice di sportività, cioè la diffusione delle attività sportive: Genova era all’8º posto (era al 4º) con un indice di 679,0. Nel 2016 l’indice di Cultura e Partecipazione era al 5º posto e in due anni di posizioni ne ha perse ben 24.

Palazzo Ducale nel 2016, quando c’erano le code per visitare le mostre
Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: