Annunci
Ultime notizie di cronaca

Qualità della vita, dossier Sole24Ore: Genova perde 8 posizioni per i reati legati agli stupefacenti

Liguria quasi tutta sotto metà cassifica. Imperia ultima città del centro nord: sotto ha solo città del sud. La Spezia perde 10 posizioni. Poco sopra la metà Savona, che però recupera ben 7 posti
Ma il crollo del capoluogo potrebbe essere un segnale positivo. A trascinarci in basso sono i reati denunciati legati alla droga e potrebbe significare solo un emersione del fenomeno grazia alla maggiore capacità delle forze dell’ordine locali di contrastare il fenomeno

Qualità della vita, grande è bello, ma non a Genova che perde ben 8 posizioni (ne aveva già perse 27 lo scorso anno) rispetto al 2018 scendendo oltre metà classifica, alla 56ª posizione. In testa: la Milano di Pisapia, che conquista il vertice della classifica delle 107 province italiane nonostante sia con Roma (che, acquistando 3 posizioni, è 21ª) la più grande città metropolitana d’Italia. Genova, invece crolla. Eppure vivere bene in una città metropolitana si può, ma, evidentemente, non in Liguria dove la qualità della vita è sempre più risicata. A funzionare da zavorra a Genova è la quantità di reati legati agli stupefacenti. Ma bisogna ricordare che le statistiche viaggiano sulle denunce e sulle operazioni di polizia. A nostro parere c’è stato un forte incremento dell’operatività delle forze di polizia, quindi vengono arrestati più spacciatori, che vanno in statistica.
Il dossier si basa su 42 indicatori suddivisi in sei macro-aree (Ricchezza e consumi, Affari e lavoro, Ambiente e servizi, Demografia e società, Giustizia e sicurezza, Cultura e tempo libero). Il punto debole di Milano è la sicurezza, la sua forza l’economia (svetta negli indicatori reddituali, vince l’iCityrate del Forum Pa come migliore smart city, è seconda per prezzo medio di vendita delle case, ma è ultima per il costo medio degli affitti. È al terzo posto per tasso di occupazione tra i 15 e i 64 anni (pari al 69,5%), è terza per spesa al botteghino in spettacoli.
Tra le altre grandi città, spicca Napoli che conquista 13 posizioni: nonostante continuino a peggiorare giustizia, sicurezza e lavoro, la città festeggia il miglioramento su ricchezza e consumi, grazie ai prezzi di vendita delle case. Migliorano anche Venezia, Torino, Catania, Bari, Bologna e Palermo, in controtendenza solo Genova e Firenze.
La prima città è Savona, al 51º posto, poco sopra metà classifica e in recupero di ben 7 posizioni. Sotto Genova, perdendo ben 10 posizioni, la Spezia al 61º posto. Imperia, che guadagna una posizione, è addirittura all’69º posto ed è la città meno vivibile del centro-nord: sotto ha solo città del sud.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: