Le ultime notizie

L’incidente di via XX Settembre avvenuto a causa di un malore. Un bilancio pesante: 4 le persone gravemente ferite, una in codice giallo

TUTTI I NOMI DEI FERITI. PROGNOSI BUONA PER L’AUTISTA DELL’AUDI PLANATA SUI PASSANTI, COMUNQUE RICOVERATO IN STATO DI CHOC. SI INDAGA SULLA POSSIBILITA’ CHE STESSE PARLANDO AL TELEFONO. INDAGATO PER LESIONI STRADALI

 

Il luogo in cui l'Audi ha falciato i pedoni

Il luogo in cui l’Audi A4 ha falciato i pedoni

Sono all’incirca le 14 quando Mario Bottino, 55enne agente di commercio residente in via Acquasanta a Mele, percorre via XX Settembre a scendere e, a causa di un malore (ha problemi all’aorta e in passato aveva già avuto un pre infarto), perde il controllo della sua Audi A4 che finisce sul marciapiede all’altezza dell’Upim e falcia quattro persone, tre donne e un uomo. I successivi controlli escluderanno categoriamente l’ipotesi che si fosse messo alla guida ubriaco.
Alla scena assistono i molti che si trovano a passare di lì, nella strada più centrale della città. Il boato risuona nella city e lo si sente anche a parecchia distanza. L’auto impazzita, senza più alcuna guida, travolge e abbatte anche un semaforo. Subito arrivano gli agenti della polizia municipale del I Distretto che si trovano sul territorio, poi arriva anche il reparto Infortunistica e la Pg, insieme a polizia e carabinieri. I mezzi delle forze di polizia, pm compresa, sono oltre una decina. Viene immediatamente bloccato il traffico, la strada viene chiusa in direzione via Cadorna per permettere l’arrivo dei mezzi del 118 e le corse dei bus Amt vengono deviate su altro percorso. Per terra le persone falciate e il sangue, oltre all’auto che è andata a sbattere e si è fermata contro il muro del palazzo. Le condizioni di una delle donne ferite appaiono subito gravi. Jennifer Messori del 1993, ha sbattuto la testa e i medici del 118 riscontrano immediatamente la commozione cerebrale. Mentre si chiamano i parenti, la ragazza viene trasportata al Galliera dove subito si capisce che dovrà essere operata alla testa per ridurre i danni causati dallo schianto dell’auto che l’ha investita in pieno e l’ha sbattuta a terra. Le sue condizioni sono davvero preoccupanti. Con lei al Galliera viene portata Claudia Trimarchi del 1994. Ha diverse ustioni e tra queste una piuttosto grave all’addome causata dalla marmitta della macchina che le è planata addosso: 30 i giorni di prognosi. All’ospedale di Carignano anche Dorotea La Terza, nata nel 1971 a Gioia del Colle ma residente a Torino. È la ferita meno grave, in codice giallo. La prognosi è di 20 giorni. Ferito anche il marito di quest’ultima, Giampaolo Rivera, che ha una vertebra rotta o incrinata e viene portato al San Martino. 60 i giorni di prognosi. Dopo il referto le sue condizioni sono peggiorate e si è reso necessario procedere all’intervento con urgenza. Per quanto riguarda Mario Bottino, la prognosi è buona e se è stato colpito da un malore questo pare non aver lasciato tracce. È comunque ricoverato sotto choc.
Dorotea La Terza e Giampaolo Rivera sono turisti e avevano deciso di fermarsi a Genova un giorno in più, cioè oggi. la donna ha raccontato che avevano anche scherzato sul fatto che oggi fosse il giorno 17 del mese, ma avevano comunque deciso di prolungare la permanenza. Ora, purtroppo per loro, dovranno rimanere a Genova un po’ di più, ma non come avrebbero voluto. Il destino con loro è stato poco generoso.
Verso le 17 l’auto, sequestrata per gli accertamenti, è stata rimossa e via XX Settembre è stata riaperta al traffico. Sull’incidente indagano l’Infortunistica e la Pg della polizia municipale. Un elemento è stato fornito da un agente del I Distretto e anche su questo si investigherà, senza tralasciare alcuna ipotesi: la moglie del guidatore gli ha dichiarato che l’uomo era al telefono con lei al momento dello schianto, lamentandosi del malessere e dicendo che stava sudando freddo. La donna sostiene avesse gli auricolari, ma la pm andrà a fondo anche su questo per capire quali sono le vere cause dell’incidente. Malore o distrazione da cellulare? L’uomo, intanto, è stato indagato per lesioni stradali.

La macchia di sangue sul marciapiede

La macchia di sangue sul marciapiede

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: