Le ultime notizie

Ordinanza, Doria: “Non intendo stravolgerla. No alla monocultura movida”. Piana (Lega): “Più facile colpire falsi obiettivi che varare provvedimenti utili”

Il capogruppo di opposizione: < A 6 mesi dalla fine mandato quanto detto dal Sindaco circa la necessità di cambiare l’idea di centro storico offende il consiglio e la città>

movida
Non è disposto a un dietrofront sull’ordinanza, ma <Il Sindaco – ha detto lo stesso Marco Doria oggi in consiglio comunale – è disponibile a 360 gradi, fatti saldi i cardini del provvedimento, per un’azione volta a mettere in atto tutte le iniziative per vivacizzare in centro storico>.
<Resto fermo nella mia idea di vivacizzare il centro storico – ha proseguito il primo cittadino -, ma il mio concetto non è quello della frequentazione dei bar alle 2,30 o alle 3 di notte. Si cerca di costruire il piacere a risiedere in un centro storico dove è possibile trova locali aperti anche negozi del commercio tardizionale, non solo la “monocultura movida”. Gli studenti Erasmus sono importanti, ma lo è anche la vita degli abitanti>.
Gli ha risposto Alessio Piana, capogruppo della Lega; <Abbiamo spesso chiesto di approfondire in commissione, ad esempio, la questione delle dissonanze su questo tema tra il Sindaco e alcuni suoi assessori – ha detto il consigliere del carroccio -, ma questo non è mai accaduto. È inopportuno che Doria rilanci la questione del rifiuto della sospensiva da parte del Tar usandola come un giudizio di merito perché il tribunale amministrativo regionale non ha il compito di entrare nel merito e giudicare sull’opportunità politica dell’ordinanza, ma solo di verificare se il provvedimento sia legittimo o no (il giudizio di merito deve essere ancora espresso n. d. r.). A 6 mesi dalla fine mandato quanto detto circa la necessità di cambiare l’idea di centro storico offende il consiglio e la città. Bisogna ora fare in modo che chi vive e lavora in centro storico lo faccia al meglio, invece si preferisce accanirsi contro facili obiettivi piuttosto che intervenire per garantire le misure che servirebbero a risolvere veramente il problema>.

1 Trackback / Pingback

  1. Tavolini vuoti, locali deserti, aziende in ginocchio. La rivolta mediatica dei locali della movida viaggia sui social – GenovaQuotidiana

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: