Annunci

Bimba di 8 mesi muore in casa a Voltri, i genitori accusano il 118

L’automedica è arrivata dall’ospedale di Sampierdarena perché quella dell’ospedale di Voltri era impegnata in un altro soccorso in codice rosso. I sanitari, secondo la famiglia, hanno impiegato mezz’ora a raggiungere via Martiri della Benedicta, sulle alture dell’estremo ponente cittadino. Per una bimba di appena otto mesi non c’è stato nulla da fare: è morta nel suo lettino. Mamma e papà ora sostengono che la tragedia sia avvenuta per il ritardo nei soccorsi e accusano il 118. È intervenuta la polizia e il magistrato di turno, Pier Carlo Di Gennaro, ha avviato l’indagine.
Tutto è accaduto ieri sera quando alle 22,30 i genitori, una coppia di genovesi che hanno altri 5 figli minori, si è accorta che la bimba cominciava a tossire sempre più forte. Già nel pomeriggio avevano chiesto un appuntamento al pediatra che lo aveva fissato per domani. La mamma l’ha preso in braccio la bimba, ha chiesto l’aiuto dei vicini. Alle 23, la coppia ha chiamato il 118. La donna ha riferito alla polizia e al magistrato di turno che i medici sarebbero arrivati solo dopo mezz’ora. Al 118 spiegano che l’ambulanza è giunta dopo 10/15 minuti. L’auto medica che parte dell’ospedale di Voltri, però, era occupata e si è roso necessario far partire quella di stanza al Villa Scassi di Sampierdarena che, sempre secondo il 118, avrebbe impiegato tra i 15 e i 20 minuti ad arrivare, <il minor tempo possibile> aggiungono alla sala operativa. Per i padre della piccolina, però, sarebbero passati 20 minuti tra la chiamata e l’arrivo dei medici. <Gli operatori del 118, in attesa dell’arrivo del medico, ci hanno spiegato per telefono come effettuare il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca> ha detto la mamma. Ma non è bastato. Ora il corpicino della piccola è all’obitorio dell’ospedale San Martino dove i medici legali effettueranno l’autopsia disposta dal magistrato.

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana
Partita Iva 02485610998
Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: