Advertisements

Strage familiare, Agrosì aveva debiti di gioco. Ha scritto: “Non vi voglio lasciare senza padre e senza marito. Per questo vi porto con me”

<Non vi voglio lasciare senza padre e senza marito. Per questo vi porto con me> questo ha scritto, nel delirio precedente alla strage, Mauro Agrosì, il poliziotto che stamattina, prima che si svegliassero, ha ucciso a colpi di pistola d’ordinanza la moglie e le figlie.
Emerge che l’uomo era affetto da sindrome compulsiva per il gioco d’azzardo e avrebbe avuto debiti, ma non di tali dimensioni da giustificare l’estremo gesto. Era un’appassionato delle lotterie istantanee, i cosiddetti “gratta e vinci”. La squadra mobile sta interrogando le persone che avevano contatti con la famiglia: i parenti, ma anche gli amici e i colleghi per capire quale sia stato veramente il fattore scatenante che ha portato l’uomo a trucidare le due figlie, una bimba di 10 anni e una ragazzina di 16, oltre alla moglie prima di rivolgere l’arma contro se stesso.

Advertisements

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: