Le ultime notizie

Sos dal Ghetto: “Ogni giorno un volontario pulisce e ogni sera c’è chi riporta sporco e degrado”

Gruppi di magrebini bivaccano la sera fumando hashish e bevendo birra e lasciano la piazza sporca. Un locale il venerdì e il sabato sera sta aperto con musica a tutto volume fino alle 5 del mattino. <Eppure – dicono i residenti – nessuno interviene>

Disperato appello degli abitanti dell’ex ghetto ebraico, nel centro storico. Piazza Don Gallo, dopo essere rimasta a lungo una piazza piena di macerie e senza nome, è stata recuperata, la presidente dell’associazione Princesa Rossella Bianchi ha donato le piante che la arredano, un volontario, il signor Francesco, originario del Cile, la ripulisce puntualmente. Di giorno e nelle sere d’estate ci giocano i bambini, ma la notte diventa rifugio di stranieri che bevono birra e fumano hashish lasciando tutti sporco per terra.
Anche ieri il signor Francesco, che la scorsa primavera è stato anche mandato all’ospedale da alcune persone violente che lo hanno picchiato proprio per il suo impegno per il decoro della piazza, ha ripulito l’ampio slargo.

img_9716
Il suo lavoro, però, non è durato molto, visto che la sera, puntuali, sono arrivati gli stranieri che bivaccano sotto le saracinesche lasciando la piazza simile a un immondezzaio.

piazza don gallo
Insomma, il “giro di vite” delle forze di polizia a Pre’ non è stato esteso al Ghetto. Lì ce la porta di un locale che il venerdì e il sabato sera tiene aperto fino alle 5 del mattino dopo, lì ci sono gli accampamenti serali. <Chiediamo sempre aiuto, ma nessuno ci corre in soccorso> dicono gli abitanti, denunciando come i loro appelli cadano puntualmente nel vuoto. Le chiamate alla polizia municipale per il locale fracassone, quelle alle forze di polizia per l'”occupazione” della piazza da parte degli sgraditi gruppi di nordafricani.
Insomma, se gli abitanti di Pre’, due mesi fa, si erano auto definiti “cittadini di serie B”, quelli del Ghetto si declassano addirittura in serie C. <Ci sono i problemi dei magazzini Amiu che vengono usati impropriamente – dicono i residenti -, ci sono interi palazzi abitati da stranieri che versano in condizioni igienico-sanitarie penose, ci sono spacciatori e ubriachi, eppure qui gli interventi sono sporadici e non bastano a garantire sicurezza e vivibilità. Siamo contenti per i cittadini di Pre’, necessitavano dell’intervento messo in campo da polizia, carabinieri, polizia municipale, ma perché non viene allargato anche alla nostra zona? I problemi di sicurezza e vivibilità ci sono anche qui, perché nessuno se ne fa carico?>.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: