Le ultime notizie

Teatro Duse, “Il borghese gentiluomo” è uno spettacolo spassoso e con un ottimo cast. La recensione

borghese_gentiluomo-9 (640x426).jpg

Di Diego Curcio

Vale sempre la pena andare a vedere uno spettacolo di Filippo Dini. E anche con “Il borghese gentiluomo” di Molière – che ieri ha debuttato al Teatro Duse e resterà in scena fino al 6 novembre prossimo – il marchio di fabbrica che l’attore e regista riesce a imprimere ai propri lavori, si dimostra una garanzia di qualità e di divertimento. Un divertimento, sia chiaro, intenso nel senso più ampio del termine e che quindi va ben oltre le “semplici” risate, che comunque anche questo spettacolo è in grado di scatenare (soprattutto nella prima parte).
La storia è quella del borghese Jourdain (interpretato dallo stesso Dini) e dei suoi tentativi goffi e patetici di diventare ciò che non potrà mai essere: e cioè nobile. Intendiamoci: il nostro ce la mette davvero tutta – almeno a modo suo – per elevare la propria condizione sociale, tanto che ogni giorno spende una fortuna in professoroni da strapazzo (lo spassoso maestro di filosofia affidato all’eccellente Antonio Zavatteri) e in bizzarri maestri di canto, danza e scherma (rispettivamente interpretati da Davide Lorino, Roberto Serpi e Ivan Zerbinati). Ma fare il grande “salto di categoria” per Jourdain non è per nulla una passeggiata, soprattutto se i nobili (quelli veri) si prendono gioco di lui e lo sfruttano (come nel caso dell’“amico” Dorante, ancora interpretato da Lorino) e il resto della famiglia boicotta questa sua scalata sociale (la moglie, il cui ruolo è affidato a Orietta Notari e la figlia Luicille, Valeria Angelozzi, non lo approvano e tentano in tutti i modi di mettergli bastoni fra le ruote). E così fra giochi degli equivoci, colossali prese in giro, corteggiamenti sgangherati, raggiri, inseguimenti e botte da orbi la storia del povero borghese che vuole diventare gentiluomo si trasforma in una commedia dell’arte amara e molto attuale. Anche perché Dini, pur restando fedele a Molière, inserisce nella storia molti elementi di attualità, come dimostra l’abbigliamento di alcuni personaggi, tanto che il discrimine fra passato e presente sembra lo stesso che intercorre tra nobiltà e borghesia. Ma la forza di questo spettacolo, oltre all’ottima scenografia di Laura Benzi e alla regia brillante di Dini, sta quasi tutta nella bravura degli attori. Zavatteri, Serpi, Lorini e lo stesso regista-protagonista vengono dalla compagnia Gank e sono diventati ormai dei punti di riferimento per il pubblico dello Stabile di Genova. E’ davvero formidabile, poi, anche la capacità degli attori in scena di cimentarsi in diversi personaggi nel corso dello spettacolo, con  tanto di rapidi cambiamenti d’abito e di look, che rendono ancora più effervescente l’atmosfera (Zerbinati interpreta addirittura tre ruoli, compreso un divertentissimo lacchè). Insomma uno spettacolo spassoso e ben costruito, con una prima parte più frizzante e in alcuni punti persino demenziale, e una seconda più malinconica e “dark”, fatta eccezione forse per il divertente e farsesco espediente del finto nobile orientale (il cosiddetto “Gran Turco” che vorrebbe sposare la figlia di Jourdain). “Il borghese gentiluomo”, come detto, è una commedia in cui si ride molto (anche se spesso amaramente) e che sa scandagliare in profondità l’animo di ciascuno di noi, riuscendo a toccare le nostre più intime debolezze. Un testo che ancora oggi, a distanza di tanto tempo, è capace di analizzare alla perfezione certi comportamenti molto – e persino troppo – umani; uno spettacolo assolutamente da non perdere.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: