Le ultime notizie

Sampierdarena, lungomare Canepa, spunta una discarica abusiva nell’edificio da demolire

Intanto il Comune rende noti i primi dati sulla raccolta e lo smaltimento effettuati da Aiu e da alcune cooperative

 

Davanti al Sert lato lungomare Canepa c’è una montagna di rifiuti che un cittadino marocchino aveva stivato abusivamente dentro a uno dei capannoni che devono essere demoliti. L’uomo di fa chiamare Sherif e spesso si piazzava a dirigere lui il traffico dei traghetti dei tunisini in entrata dall’incrocio Albertazzi/Balleydier, forse per ottenere la benevolenza degli agenti della Municipale che prestano servizio lì ogni giorno. Ora durante la demolizione è venuta fuori una montagna di rifiuti che probabilmente Sherif recuperava da quelli abbandonati proprio in lungomare Canepa. La quantità è impressionante.
Anche da qui dovrà passare il programma di interventi contro gli abbandoni abusivi di rifiuti in città, in corso da poco più di due settimane, sta già dando primi risultati positivi.
L’attività straordinaria per recuperare e valorizzare il decoro urbano è stata affidata da Amiu a tre cooperative che operano rispettivamente nei municipi del ponente, del centro e del levante e che proseguiranno l’azione di bonifica straordinaria nei prossimi mesi. Gli interventi si sono svolti secondo una mappatura e una scala di priorità, coordinati da Amiu, condivisi con i Municipi anche sulla base di segnalazioni della cittadinanza. Ecco i primi dati registrati dalla rimozione di rifiuti ingombranti e oggetti voluminosi abbandonati nelle strade:

ingombranti

rifiuti tecnologici

Municipi del Ponente e della Valpolcevera

80

7,5

Municipi del Centro

100

25

Municipi del Levante e della Valbisagno

130

9,5

totale

310

42

Dati espressi in quintali

 

Si tratta prevalentemente di mobili, grandi elettrodomestici, sanitari, materassi ecc..e piccoli apparecchi elettrici ed elettronici: televisori, computer, giocattoli e cellulari. Sul sito www.amiu.genova.it sono documentati gli interventi svolti fino ad oggi via per via.

I dati sugli ingombranti raccolti in città nei primi giorni di operatività dei nuovi servizi di bonifica attivati recentemente, confermano quanto fosse necessario e importante l’impiego di nuove risorse – osserva Italo Porcile, assessore all’ambiente del Comune di Genova – si segnala, ancora una volta, quanto siano purtroppo diffusi comportamenti incivili da parte di moltissimi cittadini che abbandonano i rifiuti in strada generando decine e decine di piccole grandi discariche abusive. Occorre proseguire negli interventi di bonifica del territorio ma, contestualmente, favorire la diffusione di una diversa cultura fondata su rispetto e cura dello spazio pubblico, anche attraverso una più incisiva attività di controllo e repressione degli illeciti”.

Un corretto smaltimento dei rifiuti ingombranti è una necessità per il rispetto dell’ambiente e, per questo, è un preciso dovere. Si rammenta che chi è sorpreso ad abbandonarli per strada o vicino ai cassonetti è soggetto a una sanzione che può arrivare a 600 euro (fino a 1.200 euro nel caso di rifiuti pericolosi).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: