Le ultime notizie

Io speriamo che me la Cavo

Alla disperata ricerca di un nome spendibile e da spendere in vista delle prossime amministrative genovesi, centro sinistra e centro destra parrebbero aver sondato sino all’ipotesi di convergere su un nome unico. Nessuna paura e non fraintendetemi perché ho detto che il nome e’ unico, il che potrebbe far erroneamente pensare che ormai non esistendo più ideologie così lontane e con l’appiattimento politico crescente – ma cos’è la destra che cos’è la sinistra, canticchiava Giorgio Gaber – la persona potrebbe essere la stessa. Invece, assolutamente no. I due papabili sono un uomo e una donna ma con lo stesso cognome. L’uomo al quale si sarebbe rivolto il centro sinistra gia una volta, ottenendo un cortese rifiuto e sul quale sarebbe da qualche giorno nuovamente in pressing e’ Alessandro Cavo 39 anni, genovese, origini di Voltaggio, imprenditore del ramo dolciario, presidente di Fipe Liguria, presidente Fepag e vicepresidente vicario di Ascom Confcommercio. Sulla barricata opposta, quella del centro destra, la Cavo in questione è l’assessore al Turismo, fedelissima del presidente della giunta Regionale e giornalista Ilaria Cavo. La stessa Cavo, che insieme al suo capo Giovanni Toti, ha battuto il record di interventi celebrativi per i 120 anni dalla nascita di Sandro Pertini, facendo storcere il naso al vicepresidente Ligure di Fratelli d’Italia Giani Plinio. Ad evidenziare , forse, che la politica, pur nel furore celebrativo, è diventata tutta una melassa, in cui radici e storia vengono semplicisticamente bypassate. Comunque, se effettivamente andasse a finire così, anche se i tempi sono ancora lunghi e personalmente nutro molti dubbi, assisteremmo al duello Cavo contro Cavo. Disfida in cui i due potenziali candidati, l’un contro l’altro armati, dovrebbero per forza di cose affidarsi al famoso titolo del libro di Marcello D’Orta da cui è stato anche tratto un film della Wertmuller con Paolo Villaggio nei panni del povero maestro, “Io speriamo che me la cavo”. Unendomi all’augurio che potrebbe anche voler dire che i postulanti passeranno oltre, e visto che cavo e’ sinonimo di vuoto, senza nulla togliere ai due papabili, mi affido ad una doppia morale.
Morale 1) L’illusione è necessaria per mascherare il vuoto all’interno. (Arthur Erickson)
Morale 2) La politica odia il vuoto. Se non è pieno di speranza, qualcuno lo riempirà di paura.(Naomi Kelin)

Il Max Turbatore

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: