Annunci
Ultime notizie di cronaca

Renata si scopre chioccia. Ricette e cuore di mamma

L’appuntamento domenicale è come quello con la Benedetta, intendo la Parodi, e la sua trasmissione sul food. Eppero’ lei di professione non fa l’intrattenitrice tv, anzi è europarlametare del Pd. Al momento, come ha tenuto a precisare lei stessa nel suo profilo social in cui si descrive, vedi caso, mamma, cuoca, naturalista. Tre personalità che la Renata Briano, svestiti i panni, gravosi, della politica a tempo pieno, si predispone a reinterpretare compiutamente al momento del ritorno nella sua casa di Genova, alle prese con i mille problemi di un genitore, assente per quattro giorni alla settimana, costretto a delegare. E, mamma moderna, ma italica, si confronta e fa i conti, tra se e se, con gli inevitabili sensi di colpa che il coniugare lavoro e famiglia, inevitabilmente porta con se. In questo post a commento dell’immagine dell’ogni ben di dio, che per tradizione prepara personalmente nella sua cucina di casa la assale una domanda da madre latina e tradizionale che rivolge ai suoi supporter che la seguono e sostengono via social. “Le vacanze di un’amica svedese mi hanno fatto riflettere. Una ragazza splendida, impegnata in politica, vive anche lei fuori casa per molto tempo, femminista e con un bimbo piccolo, molto piccolo. Che adora!

briano

L’altro giorno, mi ha incontrato in ascensore e mi chiesto come fossero andate le mie vacanze. Le ho raccontato un po’ e ho chiesto delle sue… Era felice di essere stata in Sardegna. A quel punto, da classica mamma italiana, ho chiesto se era stata col suo bimbo e se si era divertito. La sua risposta mi ha spiazzata. Il bimbo era rimasto a casa con la zia. Vacanze da sola! Ho riflettuto molto sulla differenza di approccio (non ce n’è uno giusto o sbagliato). Mi sono chiesta da che cosa dipende. Solo dalla nostra cultura? Da ogni singola mamma? Non lo so. Per me sarebbe inconcepibile non passare il mio “già poco” tempo libero con mio figlio, la mia famiglia… e cercare di dimostrare il mio affetto anche in cucina.  lo sapete che vi stresso tutte le domeniche con le ricette. Ma sicuramente ci sono tanti modi diversi… e nessuno è giusto o sbagliato. Giusto è far crescere i figli indipendenti e felici. Sbagliato è farsi venire i sensi di colpa e su questo un po’ di strada io ne devo ancora fare. #panissa #polpette #ratatuja #cremadilattuga #tortafrangipane“. Naturalmente la Benedetta Parodi de noantri non poteva che suscitare un diluvio di commenti. Nei quali, cuore di mamma, naturalmente ha vinto la mamma italica,  magari moderna e in carriera, ma così disponibile nei confronti dei figlioli. Tanto. E Se maschi, poi, pure meglio e di più’. Anche se non è mancato chi ha fatto notare che, magari avere nel nostro paese giovani meno choosy – per dirla alla Fornero – non guasterebbe troppo. Eterno rimpallo, fra opportunità e occasioni che questo paese al momento non è in grado di offrire, e cultura, così lontana da quella anglosassone. E comunque non vince nessuno. Come dice la Briano ogni idea, in fatto di educazione dei figli e di autococcole, rimane plausibile. Mi piace ancora ricordare che appena pochi giorni fa la stessa Briano annunciava “Bruxelles. Sono stata nominata relatrice “ombra” al Parlamento europeo per il gruppo S&D, dopo la rinuncia di un collega inglese. Sarà un lavoro impegnativo e avrò bisogno di tanto aiuto perché dovremo fare attenzione a tutelare la nostra pesca e il nostro ambiente. I regolamenti sulle misure tecniche nell’UE devono essere modernizzati alla luce della nuova politica comune della pesca. A questo fine la Commissione europea ha presentato una nuova proposta quadro per le misure tecniche di conservazione. Il relatore è Gabriel Mato (popolari), spagnolo. Si parte con un occhio attento a contrastare l’eccesso di burocrazia…” Insomma, la Renata è così, probabilmente meno timorosa per questo incarico da relatrice ombra, che per lo svolgimento del suo ruolo di mamma. Più sicura nell’attività politica che in quella che per una donna, al di là dei dettami della Lorenzin, dovrebbe essere quella più naturale. E lei ci piace così. Cuoca e mamma, un po’ chioccia  e un po’ Parodi. Che fa tanto genovese.

Perciò Morale, una e trina, che sa di perfezione, e domprende tutti i punti di vista.

Morale 1) Non è possibile essere una madre perfetta. Ma ci sono milioni di modi per essere una buona madre. (Jill Churchill)

Morale 2)La mamma dovrebbe essere come una trapunta: tenere i figli al caldo, senza soffocarli. (Anonimo)

Morale 3) Il vero amore di una mamma è aiutare il figlio a tagliare il cordone ombelicale. (Jean Gastaldi)

 

briano

 

Il Max Turbatore

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: