Annunci
Ultime notizie di cronaca

Controllo straordinario della Ps nel centro storico. Trovato italiano con refurtiva nello zaino e un motorino rubato

Ieri servizio di controllo straordinario nel centro storico della polizia. Nel turno pomeridiano, gli agenti hanno fermato per un controllo un italiano incensurato di 32 anni che stava transitando in vico del Pozzo con uno zaino in spalla, all’interno del quale sono stati rinvenuti 7 pacchi di caffè, 5 bottiglie di alcool per uso alimentare ed un mazzo di chiavi di un motociclo. Alle domande sempre più incalzanti dei poliziotti circa la provenienza degli articoli trovati, il 32enne alla fine ha ammesso di averli rubati poco prima presso un supermercato di Carignano. In merito alle chiavi, invece, ha dichiarato che appartenevano ad un suo scooter vecchio ormai demolito. Gli operatori, intuendo che si trattasse di una menzogna, hanno così cominciato a controllare tutti i motocicli parcheggiati nella zona limitrofa, trovandone uno con il bauletto forzato che, guardacaso, si avviava proprio con la chiave rinvenuta. Oltre a ciò, all’interno del vano sottosella, anch’esso forzato, sono state rinvenute altre 4 bottiglie di alcool precedentemente sottratte in un secondo supermercato del centro storico. Il motociclo, dagli accertamenti, è risultato essere stato rubato lo scorso 8 agosto. Dopo aver restituito la merce ai due esercizi che ne avevano già constatato l’ammanco e contattato la leggitima proprietaria dello scooter per la riconsegna, i poliziotti hanno denunciato l’uomo per ricettazione e furto continuato.

La Polizia di Stato genovese prosegue, dunque, i servizi di controllo straordinario del territorio nel centro storico cittadino, finalizzati all’identificazione di persone sospette, al contrasto del commercio di prodotti contraffatti e di sostanze stupefacenti, nonché al controllo degli esercizi commerciali. L’attività è stata coordinata da personale del Commissariato di P.S. Prè, con l’ausilio di equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Liguria e delle forze territoriali. Nel complesso, durante l’attività sono state identificate 40 persone. Un cittadino sudanese di 18 anni privo di documenti è stato accompagnato presso gli uffici della Questura per l’identificazione. Dagli accertamenti è emerso lo stato di clandestinità in Italia. L’Ufficio Immigrazione gli ha pertanto notificato il Decreto d’espulsione emesso dal Prefetto e l’Ordine del Questore di Genova con intimazione a lasciare l’Italia entro 7 giorni.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: