Annunci
Ultime notizie di cronaca

Furto, ricettazione sfruttamento di manodopera straniera. Siciliano in manette

immigrato-clandestino

Sabato scorso i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Genova hanno arrestato G.P. (siciliano, 65 anni), poiché raggiunto da un provvedimento di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Genova (Sost. Proc. Stefano Puppo), dovendo scontare una pena di anni 6, mesi 11 e giorni 8 di reclusione relativa a più condanne per i reati di truffa, furto, ricettazione e sfruttamento di manodopera di immigrati clandestini, commessi a Genova tra il 1996 ed 2011.

G.P., che è stato rintracciato nella sua abitazione genovese della delegazione di San Martino dai militari della Sezione Catturandi del Nucleo Investigativo, ha collezionato una serie di condanne nell’ambito della sua attività lavorativa di autotrasportatore. Infatti veniva denunciato più volte per il reato di truffa, per aver acquistato trattori stradali e/o semirimorchi con assegni di provenienza illecita, oppure falsificava documenti inerenti autisti e/o mezzi della ditta di autotrasporti ed inoltre aveva impiegato come autotrasportatori immigrati senza permesso di soggiorno.

Il siciliano sebbene legato tuttora con ditte ed interessi al mondo degli autotrasportatori aveva dal 2014 la patente di guida revocata.

Ora, che sono divenute definitive alcune sentenze di condanna e revocata la sospensione condizionale, nonché il beneficio dell’indulto dell’anno 2006, per G.P. si sono aperte le porte del carcere per scontare le condanne inflitte.

L’arrestato, dopo essere stato fermato ed espletate le formalità di rito, è stato portato in carcere di Marassi.

Annunci

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: