Annunci

Arrestato il rapinatore seriale che agiva anche nella movida

Ci sono voluti lunghi appostamenti e indagini capillari, ma alla fine l’uomo, un marocchino di 35 anni, è stato arrestato. Il suo territorio di caccia era il reticolo di vicoli che spesso la notte restano vuoti e bui, soprattutto dopo la chiusura dei locali. Tuttavia non si tirava indietro neppure con il sole alto, se una vittima appetibile capitava a portata di mano. Alcune vittime lo hanno riconosciuto per almeno cinque rapine, ma potrebbero essere molte di piùmovida san Bernardo

Chiunque poteva essere una vittima del rapinatore seriale arrestato il 9 giugno scorso dai Carabinieri della Maddalena: donne, uomini, giovani, anziani. Nessuno escluso. Era da marzo che i carabinieri avevano registrato un escalation di rapine: il rapinatore avvicinava la vittima designata che, soprattutto in orario notturno, veniva aggredita e derubata di tutto ciò che aveva. L’attività dei carabinieri della Stazione Genova Centro si è concentrata sugli elementi forniti dalle vittime come la descrizione fisica, gli orari e luoghi in cui era solito colpire. Elementi che messi insieme hanno portato l’attenzione dei carabinieri proprio sull’uomo che aveva già diversi precedenti specifici. Giovedì l’epilogo: durante un appostamento i carabinieri si sono accorti che il 39enne seguiva a distanza ravvicinata una donna che sembrava essere proprio un’altra vittima. Subito dopo l’arresto. Alcune vittime lo hanno già riconosciuto come autore di almeno cinque delle oltre trenta rapine commesse nel centro storico da febbraio a oggi, per questo sul rapinatore che ora si trova a Marassi sono i corso ulteriori accertamenti.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: