Annunci

Dalla Marinella alle buche per strada: tutti i nodi di Nervi

La chiusura della Piscina Gropallo di Genova Nervi è la goccia che ha fatto traboccare il vaso: monta la protesta tra i residenti del quartiere di levante che vedono sempre più problemi, ma sempre meno soluzioni. Dai marciapiedi dissestati al buco nero della Marinella, anche Nervi ha i suoi problemi. Se fino a pochi anni fa era un gioiellino, oggi chi vive o ha un’attività teme che da diamante si trasformi in un sasso

di Michela Serra

<Ci rendiamo conto che la vivibilità nel nostro quartiere non è messa male come in altri, ma non per questo meritiamo di essere trascurati>. L’atto d’accusa arriva dalla presidente del Civ, Viviana Nervo che racconta camminando per strada insieme a una residente la storia del quartiere. Troppe cose sono state lasciate andare in malora e le chiusure si contano giorno dopo giorno. <Al porticciolo ha chiuso anche lo storico bar Antares – continua Viviana Nervo – quel luogo era un’istituzione per noi di Nervi>. Chiusura dovuta a costi di affitto troppo alti e altre attività hanno subito lo stesso destino: <Per fortuna c’è ancora abbastanza ricambio – dice la presidente del Civ – ma temiamo che questa tendenza cambi e che le saracinesche restino chiuse>. Proprio il porticciolo presenta qualche problema, soprattutto su molo. La ringhiera è erosa e spesso a terra ci sono cocci di bottiglia rotti. Oltre a questo c’è l’intervento di dragaggio dei fondali dove i detriti portati dal torrente Nervi ha reso complessa la navigazione. La speranza è che sia un intervento rapido. modo di nervi

Anche l’inciviltà gioca la sua parte, come accade in quel vanto di passeggiata che Nervi, ma tutta Genova può vantare. Le ringhiere le panchine sono state riverniciate da volontari, e qualche notte fa qualcuno ha pensato bene di sradicarne una. <Verrà sostituita, ce l’hanno promesso – continua la presidente del Civ – non si può certo imputare al Comune l’atto vandalico, ma se non fosse tutto chiuso, se ci fosse più illuminazione, magari i vandali sarebbero scoraggiati>. Sul piano della sicurezza, poche ore fa è comparso un pontone per la messa in sicurezza. Intervento teso a evitare crolli o cedimenti. Va detto che il Municipio ha stanziato 240mila euro per rilanciare “la passeggiata più bella del mondo” e questo intervento serve anche a non vanificare lo sforzo. Nei prossimi giorni la Anita Garibaldi potrà essere chiusa per preservare l’incolumità. Le scale che portano alla passeggiata dai parcheggi della stazione sono in una situazione che inizia a essere pericolante. Buche e pietre dissestate saltano all’occhio.scale passeggiata

E poi c’è il grande buco nero della Marinella: gli splendori di un tempo si sono spenti da un pezzo e quel che resta e ciò che si vede nelle foto. L’ex albergo ristorante è chiuso in attesa di un’offerta adeguata alle richieste del bando. L’ultima offerta si è rivelata un nulla di fatto e per adesso resta così com’è, spesso rifugio di senza tetto. marinella

Poi ci sono le vie: quelle più nascoste, ma di competenza del Comune di Genova come via Cannè sono in uno stato pietoso: <Il balcone di casa mia si affaccia proprio su via Cannè – spiega Simonetta Punzo, residente di Nervi – quello che vedo tutte le sere, lascia proprio a desiderare. Oltre alla sporcizia, spesso si radunano persone poco raccomandabili>. via cannèvia cannè 2E’ proprio dei residenti la più viva protesta per le tante problematiche del quartiere. <Io sono nata e cresciuta qui, vivo qui – continua Simonetta – ho visto negli anni cambiare la mia bella Nervi in peggio>. E prosegue con enfasi raccontando come è cambiata: <Ho visto chiudere la piscina Mario Massa, la Marinella e tanti simboli della zona. Prima era piena di turisti e d’estate si faceva fatica a camminare per strada. Adesso ci sono sempre meno persone e gli abitanti man mano, son sempre più anziani>. Turismo e commercio vanno avanti di pari passo. Sono i commercianti a lanciare un appello: <Vorremmo poter fare più iniziative – spiega ancora Viviana Nervo – spesso ci imbattiamo in una burocrazia senza senso>. Nonostante tutto Nervi è ancora un bellissimo quartiere, ma che rischia poco alla volta di brillare sempre meno. Ecco perché la protesta dei residenti, ecco perché si chiede più attenzione.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: