Annunci

Via all’estate della Lanterna: scintilla per la valorizzazione del simbolo di Genova

Tra meno di 24 ore prenderà il via l’estate della Lanterna di Genova e  il primo giorno vedrà l’unione di due simboli per eccellenza della  genovesità: il faro della Superba e i camalli. Si potrebbe definire la scintilla che darà il via a una reazione a catena per valorizzare il simbolo di Genova: entro giugno sarà definita la proprietà delle aree, passo decisivo per studiare un piano triennale di interventi e per parlare di risorse. Potrebbe arrivare il WiFi libero, un’ appplicazione sperimentale e, non meno importante, una segnaletica adeguata

lanterna museo

di Michela Serra

L’entusiasmo tra i Giovani Urbanisti-Associazione Labò che hanno in  gestione la Lanterna di Genova è tangibile. Dopo tanti preparativi e un  capillare lavoro, l’estate può iniziare a splendere sul simbolo di  Genova. I primi sulla lista sono i camalli che si  racconteranno per due giorni: <Finalmente domani si parte – dice Andrea  De Caro, dei Giovani Urbanisti-Fondazione Labò – dietro ai camalli ci  sono volti e persone che svolgono un lavoro importantissimo per Genova.  Il porto è sempre stato il cuore della città e quello che ci rende  felici è vedere che anche loro si riconoscono nella Lanterna>. Dopo i  camalli andrà in scena “Luci sul Forte” che torna sotto il faro e poi  sarà la volta del Teatro dell’Archivolto con Il racconto della Sirena,  il pic nic di ferragosto e a Settembre sbarcherà, è il caso di dirlo,  Zones Portuaries, il festival itinerante nato a Marsiglia che vedrà in  programma film sulle città portuali di tutto il mondo. <Si tratta di un
network tra diverse realtà che si incontrano e che trovano il loro  riferimento nella Lanterna – continua De Caro – è una necessità che  parte dal basso di intersecarsi>. Insomma, non si può dire che i Giovani  Urbanisti non si sforzino di rendere davvero la Lanterna il totem alla  genovesità che dovrebbe essere. I nodi da risolvere non mancano: se la  via per farla conoscere anche ai turisti, ma non solo, è proprio quella  di renderla vitale con eventi di tutti i generi, bisogna anche  facilitare l’accesso a quello che può essere definito un monumento a  tutti gli effetti. Su questo tema una parte fondamentale non può che  giocarla Palazzo Tursi che, dopo aver affidato la gestione della  Lanterna ai Giovani Urbanisti, dovrà farsi carico di dar loro un aiuto.  E sembra che qualcosa di stia finalmente muovendo: entro la fine di  giugno infatti si dovrebbe definire la proprietà, passo fondamentale  per una vera rivalutazione: <Entro fine giugno si andrà a definire  tutta una parte formale sulla proprietà delle aree – spiega Carla  Sibilla, assessore a Turismo e Cultura del Comune di Genova – dopo  questo potremmo andare a innestare tutti i progetti di valorizzazione  futura. In collaborazione con Autorità Portuale e Soprintendenza  potremmo anche valutare di stilare un piano triennale di interventi  specifici>. Certamente far riscoprire la Lanterna è stato il passo più difficile per i Giovani Urbanisti che riescono a farla sopravvivere solo grazie agli ingressi. La notizia che “qualcosa si sta muovendo” rassicura, questo va detto, ma il lavoro da fare è ancora lungo. <Ci vorrebbero campagne  massive – continua Andrea De Caro – se la questione della proprietà andrà in porto, potremo anche parlare di risorsi, necessarie per la gestione. E’ l’aspetto che più ci preme, perché per quanto si possa fare con volontariato e affetto, non sarà mai sufficiente>. Non mancano i sostenitori, dalle aziende alle associazioni di servizio che aiutano la Fondazione Labò per alcuni interventi strutturali. In questo contesto trova spazio il crowdfunding per portare il Wi Fi alla Lanterna: <Per un turista è fondamentale – continua De Caro – ci sarà lo sviluppo di un’app sperimentale che permetterà di far conoscere la Lanterna al visitatore. Siamo nel 2016, dovrebbe essere scontato>. In cantiere anche il progetto per la segnaletica, finora inesistente, che arriverà dopo il cantiere sulla passeggiata. Una sorta di reazione a catena che, se centrerà l’obiettivo, porterà la Lanterna a quella che è la sua inevitabile funzione: un faro che splenderà su se stesso e che illuminerà tutta Genova.

Annunci

GenovaQuotidiana

Agenzia Giornalistica GenovaQuotidiana Partita Iva 02485610998 Direttore Responsabile: Monica Di Carlo

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: