Centrostorico turismo Vivibilità 

Mercato abusivo dei souvenir in piazza San Lorenzo, l’assalto è ricominciato

vuL4

Secondo giorno del primo fine settimana turistico “quasi primaverile”, secondo giorno di mercatino abusivo dei souvenir in piazza San lorenzo, proprio davanti alla cattedrale. Come è accaduto ieri, i venditori abusivi di calamite, bastoni per il selfie si sono affollati nello spazio davanti alla chiesa cingendo d’assedio i turisti e i fedeli. Non manca anche un suonatore di fisarmonica che chiede l’elemosina. Il luogo è certamente di grande attrazione e i primi a capirlo sono stati proprio i venditori abusivi. Certamente ci starebbero meglio i dehors di qualche locale (ce n’è solo uno e il grande spazio di rimpetto alla cattegrale è sfitto ormai da molti anni, si dice a causa del costo dell’affitto richiesto, e resta una macchia scura fatta di saracinesche chiuse in piena città turistica), invece ci sono le cassette usate che vengono usate dai venditori stranieri per improvvisare i loro banchi e i piedistalli di fortuna dove viene appoggiata l’esposizione. No, di decoro urbano non si può parlare e certamente non ne sono contenti i commercianti della zona, sottoposti anche al vaglio della Soprintendenza quando devono installare l’insegna. Oltre ai venditori di souvenirs ci sono anche gli artigiani, italiani e stranieri, che sono sottoposti ad altra regolamentazione e possono “piazzare” in via San Lorenzo a determinate condizioni. Alcuni, però, delle regole se ne fregano, come è facile evincere dalla foto sottostante.
VL6

Tutte le immagini del nuovo mercato abusivo

Questo slideshow richiede JavaScript.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: