Senza categoria Trasporti 

Collegamento Aeroporto – Erzelli – Genova, il sogno che potrebbe diventare realtà

Un progetto che potrebbe finalmente ammodernare e rendere efficienti i collegamenti verso il ponente genovese e nello stesso tempo ammodernare il nodo logistico intorno all’aeroporto ad oggi piuttosto lacunoso. Il progetto GATE che è l’acronimo di Genova Airport, a Train to Europe arriva al 31 dicembre alla sua destinazione e da quel momento si dovranno cominciare a cercare i fondi per sostenere la vera e propria realizzazione.

 

Finanziato dall’Agenzia europea dei trasporti TEN-T e dagli enti interessati direttamente (Regione Liguria, Comune di Genova, Società per Cornigliano e Aeroporto di Genova) Il progetto si articolerebbe in due importanti nodi: uno quello di collegare efficacemente l’aeroporto Cristoforo Colombo alla ferrovia, l’altro di creare una cabinovia che colleghi l’aeroporto a Erzelli che prevederà anche lo spostamento della stazione di Cornigliano all’altezza di via S. Giovanni D’Acri.

aeroporto

 

 

Si tratterebbe di due azioni che darebbero un notevole impulso sia alla mobilità del ponente anche in termini ecologici sia in termini di maggiore efficacia di uno dei punti più deboli della rete ferroviaria genovese: il rapporto con il Cristoforo Colombo e i conseguenti flussi da e per la città.

 

“Integrando la zona degli Erzelli che – spiega Arcangelo Merella che ha seguito il progetto – oggi è sostanzialmente isolata rispetto al tessuto urbano, quest’area che è di grande pregio per la città potrebbe finalmente rivalutar all’altezza delle altre grandi città europee”. “Oggi – prosegue ancora Arcangelo Merella che attualmente lavora proprio nel – il collegamento con l’aeroporto oltre che dai taxi è tenuto in piedi da un Volabus con degli orari che a volte non rispettano gli arrivi degli aerei. Un po’ poco per l’aeroporto di una città che ha velleità turistiche. Inoltre, si darebbe un impulso a trasferire da gomma a rotaia i tanti che verrebbero e andrebbero verso il Cristoforo Colombo.”

“Sarebbe importante riuscire a portare a termine questo progetto perché l’impulso che sta arrivando dalla Regione per accelerare i termini di un più efficace collegamento ferroviario con Roma e Milano è diventato concreto, per quello che riguarda Roma si spera che già per l’orario estivo si posa inserire un treno che partendo da Savona intorno alle 6.00 possa arrivare a Roma in 3 ore e 45. Anche per Milano bisogna studiare delle soluzioni che in buona parte sono già contenute nel documento preparato da Fabio Capocaccia.

Il terzo valico, in ogni caso, non risolverebbe il problema di collegamenti più veloci per i passeggeri perché si ferma tra Novi e Tortona e poi avresti bisogno di un un raddoppio dei binari per  andare verso Milano perchè nella linea tra Tortona e Milano non ci sarebbero tratte di binari disponibili per un percorso unico essendo tutte occupate dai regionali. Uno sguardo realistico e pragmatico alla situazione esistente potrebbe essere una soluzione efficace.”

 

 

 

 

 

 

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: