Artigianato Economia Industria Senza categoria 

Unioncamere, produzione: lenta ripresa

oper

Artigiani ancora in difficoltà. Cauto ottimismo per il futuro. Buone previsioni per il settore alimentare in vista dei consumi natalizi

In risalita l’andamento generale della produzione industriale rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso (+1,3%), nonostante le imprese artigiane abbiano segnalato ancora una diffuso stato di difficoltà (-0,5%). Lo dice l’analisi congiunturale sull’industria manufatturiera ligure di Unioncamere Liguria.
<Se si esaminano gli ultimi 2 anni, si evince che il minimo storico è stato raggiunto nel 3° trimestre 2013 a cui è seguito un periodo di lenta ripresa per poi registrare un nuovo calo a fine 2014: nei primi 3 trimestri del 2015 le imprese liguri hanno segnalato una graduale ripresa>.
Schermata 2015-11-27 alle 17.04.44

Il comparto metallurgico denuncia le maggiori difficoltà (-1,7%) seguito da quello alimentare (-1,4%); positiva invece la produzione per le industrie elettriche ed elettroniche (+3,1%) e meccaniche e dei mezzi di trasporto (+3,7%).

Schermata 2015-11-27 alle 17.05.33

A livello provinciale, al di là del fatto che prevale un giudizio complessivo di stabilità rispetto ad un anno fa, Genova registra la crescita più alta (+2,0%), seguita da Savona (+0,6%); nell’estremo ponente e levante si rilevano invece variazioni negative (rispettivamente -0,3% e -0,2%).
Il saldo tra indicazioni di aumento e diminuzione risulta comunque positivo in tutte e 4 le province.

Schermata 2015-11-27 alle 17.06.23

Per il fatturato non si registrano variazioni di rilievo (+0,3% per il totale delle imprese), ad eccezione di una lieve flessione del comparto metallurgico (-1,6%) e alimentare (-0,2%). Stabilità anche per le imprese artigiane (+0,2%).
Continua a perdurare il buon andamento delle imprese esportatrici, che nel terzo trimestre dell’anno hanno registrato un fatturato in aumento (+1,7% il totale delle imprese, +3,8% le imprese artigiane). Tra i settori trainanti particolarmente significativo l’apporto delle industrie meccaniche (+2,6%) e di quelle alimentari (+2,5%).
Schermata 2015-11-27 alle 17.07.04

Tranne a La Spezia, dove le imprese segnalano un calo del fatturato pari allo 0,3%, nelle altre province si registrano variazioni positive (Genova +0,3%, Imperia +0,2% e Savona +1,0%).
In netto miglioramento il fatturato estero, positivo per tutte e quattro le province, con variazioni vicine al 2%.

Schermata 2015-11-27 alle 17.07.47

In leggero aumento gli ordinativi totali (+1,4%); il comparto artigiano accusa una debole contrazione (-0,2%). Da segnalare le industrie meccaniche ed elettriche/elettroniche che registrano una crescita rispettivamente del 4,7% e del 3,2%.

Schermata 2015-11-27 alle 17.10.07

Ancora positivo l’andamento degli ordini esteri (+3,3%): tutti i settori hanno segnalato una sensibile ripresa dei mercati, in particolare il comparto meccanico e dei mezzi di trasporto.

A livello provinciale c’è da evidenziare, come a livello regionale, un buon andamento degli ordini provenienti dal mercato estero rispetto a quello complessivo: in tutte e 4 le province la variazione supera il 2%, con un picco del 3,6% a Genova.

Schermata 2015-11-27 alle 17.10.58

Le previsioni per il 4° trimestre 2015

Il 48% degli operatori intervistati da Unioncamere Liguria (60% per le imprese artigiane) prevedono di mantenere inalterati i volumi prodotti nell’ultimo trimestre del 2015, il 37% (25% per le imprese artigiane) si aspetta un aumento della produzione e il 14% un calo (15% per il comparto artigiano). Il saldo tra le indicazioni di aumento e di diminuzione risulta positivo per tutti i settori, in particolare per quello della meccanica/mezzi di trasporto.
Schermata 2015-11-27 alle 17.12.12

Anche sul fronte degli ordini la maggior parte delle imprese intervistate (il 56%) tende a orientarsi verso una situazione di stabilità, meno accentuata da parte delle imprese esportatrici (il 54%). Buone le previsioni per il settore alimentare, soprattutto in vista delle festività natalizia.

Schermata 2015-11-27 alle 17.13.06

Il 51% del campione di imprese di Unioncamere Liguria, infine, prospetta di mantenere stabile il proprio fatturato, il 34% prevede un aumento e solo il 15% una diminuzione. Le previsioni delle imprese artigiane risultano essere un po’ più caute: il 60% non prevede variazione del fatturato, il 24% auspica un aumento e il restante 16% un calo.

Tutte le grafiche sono estrapolate dal documento Unioncamere Liguria

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: