Urbanistica 

Blueprint, Doria: “Serve l’investimento dei privati”. Il M5S: “Vergognoso che non ci sia stata gara”

Musso: <L’amministrazione genovese concorsi non ne fa mai>
Farello: <Serve una pianificazione unica Comune-Autorità Portuale>

Sala rossa consiglio comunale

Andrea Boccaccio, consigliere del M5S in consiglio comunale, ha attaccato oggi duramente il sindaco Marco Doria durante la commissione comunale in cui si è svolta l’audizione dell’ingegnere Stefano Russo dello studio di Renzo Piano sul Blue Print definendo <Vergognoso> il fatto che non si sia fatta una gara per decidere cosa fare delle aree dismesse della Fiera. <Condivido la necessità di garantire lavoro attraverso le Riparazioni Navali – ha detto -, ma proprio oggi la Cgil ha denunciato che i lavori per lo smantellamento della Concordia abbiano avuto limitate ricadute sulla città>. Le aziende che lavorano in subappalto, infatti, usano quasi solo lavoratori stranieri (quindi non danno posti di lavoro alla città) che vivono di fatto nella cinta portuale, senza determinare ricadute sulla città. Boccaccio ha anche ricordato che il Comune ha “buttato” nella Fiera 15 mesi fa 40 milioni di euro per l’acquisto del padiglione C e per gli sconti sui canoni e ha chiesto come è possibile che dopo tutto questo la società sia al dissesto.
Anche Enrico Musso, capogruppo della Lista Musso, ha criticato il fatto che non si sia fatta una gara per l’idea progettuale.
Antonio Bruno (Federazione della sinistra) ha chiesto approfondimenti sulle implicazioni ambientali dei lavori.
Stefano De Pietro, anche lui M5S, ha sottolineato il possibile problema delle fogne che arrivano da monte e che non è improbabile che finiscano direttamente nel canale pensato dal Blueprint.

Il Sindaco Marco Doria, dopo l’illustrazione dell’ingegere Russo, ha rilanciato il <Tema della fattibilità del progetto che si regge su una condizione essenziale: non abbiamo fondi pubblici spendibili senza qualche forma di ritorno economico>.
<Non esistono finanziamenti a fondo perduto – ha continuato Doria -. Dobbiamo trovare la capacità di attirare capitali e investimenti privati>.

Simone Farello, capogruppo del Pd, ha raccomandato al Sindaco: <Se ne infischi dei posizionamenti dei vari pezzi del mio partito. È una cosa che non può che disturbare Lei e la Giunta nella decisione che deve prendere>. Farello ha anche sottolineato che la pianificazione del comparto deve essere unitaria, coinvolgendo Comune, Autorità Portuale e Regione in quanto socio di Fiera. Per il capogruppo Pd, questa pianificazione deve essere poi votata in consiglio comunale.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: