Vivibilità 

Movida e “rumenta”, appello dei locali di San Bernardo

Schermata 2015-11-15 alle 19.32.18Dopo la movida, al mattino, quando i genovesi cominciano a uscire di casa per andare a lavorare o a fare la spesa, le strade tra le Erbe e piazza Cavour sono un campo di battaglia: bottiglie vuote, bicchieri di plastica e odore di orina dappertutto. Purtroppo, troppi dei ragazzi che partecipano alla movida hanno rispetto del territorio: urlano e fanno pipì ovunque in particolare in vico dei Biscotti, in piazza San Bernardo e in tutti i vicoli laterali. Poi ci sono i market dei bengalesi che spesso vendono le bottiglie anche se non dovrebbero e i cocci si moltiplicano. Secondo i titolari dei locali, il problema è una questione di organizzazione. In sostanza, non è che gli operatori dell’Amiu non puliscano, ma passano troppo presto, prima che la movida cominci. Iniziano alle 23, ma i ragazzi arrivano nei carruggi dopo mezzanote e alle 2 per terra c’è qualsiasi cosa, oltre a vomito e orina. Manca anche il servizio della spazzatrice, interrotto perché gli abitanti si sono lamentati del rumore notturno. Certo che una soluzione bisogna trovarla, riedendo gli orari di tutto il servizio. L’appello a concordare tutto con azienda e abitanti arriva dagli operatori economici.

C’è poi il problema dei magazzini dove, nei carruggi, vengono ricoverati i cassonetti. Troppi non vengono chiusi la notte e questo si trasforma in un problema di sicurezza. La settimana scorsa una donna è stata aggredita in vico indoratori. L’assessore Italo Porcile promette che nel prossimo futuro si cercherà di chiudere il maggior numero possibile di magazzini.

Da piazza Embriaci arriva un altro appello ad Amiu: l’adesivo relativo alla deratizzazione è stato posto da Amiu sopra una colonna del Cinquecento. È opportuno rimuoverlo perché è davvero brutto da vedere. e, probabilmente, è anche opportuno consapevolizzare gli operatori dell’azienda circa la necessità di rispettare il patrimonio artistico della città.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: