Il papà di Lupo Alberto, domenica al Museo Luzzati. Silver disegna in diretta le avventure del suo celebre personaggio.

Tre giorni di iniziative ed eventi a due passi dal Bigo
Venerdì la presentazione di Cattive ragazze di Assia Petricelli e Sergio Riccardi, vincitore del premio Andersen 2014 come miglior libro a fumetti
Sabato il laboratorio che insegna ai bambini a costruire il Mondo di Alice nel Paese delle meraviglie

unnamed
Lupo Alberto
arriva domenica al Museo Luzzati, al Porto Antico, accompagnato da Silver (al secolo Guido Silvestri), il suo creatore. L’ingresso è libero, quindi tutti potranno vedere Silver mentre disegna la sua creatura e tutti gli potranno chiedere un autografo, magari su una delle stampe che vedono protagonista l’ormai ultraquarantenne Lupo Alberto.
<In teoria – dice Silver – i personaggi dei fumetti dovrebbero avere sempre la stessa età, non dovrebbero cambiare. Succede, poi, che l’autore invecchi e che i suoi personaggi ne risentano non poco. Ecco, Lupo Alberto ha ormai smussato i suoi spigoli>.
Il disegnatore modenese torna spesso al Museo Luzzati, dove qualche tempo fa una sua mostra ha riscosso un grandissimo successo. <Amo Genova perché è una citta di mare e come tutte le città di mare – racconta Silver. Non so perché questo accada, io sono di origini contadine, ma questi sono luoghi di fascino>. Al museo di Porta Siberia, poi, l’autore delle strisce con le avventura di Lupo Alberto, innamorato della gallina Marta, dice di essere legato da profondo affetto. È per questo che domenica, dalle 16, metterà in scena una performance a cui tutti potranno partecipare gratuitamente. L’artista disegnerà dal vivo e il pubblico potrà osservare, copiare, domandare e anche acquistare i disegni appena realizzati. L’intero incasso andrà a favore della programmazione artistica al Museo Luzzati. L’iniziativa si inserisce nella serie @themuseum: professionisti, artisti ed esperti mettono a disposizione il loro tempo e le proprie competenze per appuntamenti a favore del Museo Luzzati.


Gli eventi del fine settimana al Museo Luzzati

Venerdì le “Cattive ragazze”

Venerdì la presentazione del libro “Cattive ragazze” di Assia Petricelli e Sergio Riccardi ha vinto il premio Andersen 2014 come miglior libro a fumetti. Cattive Ragazze è una graphic novel per ragazze e ragazzi (ma non solo) dedicata a 15 biografie eccellenti: scrittrici, condottiere, scienziate, attiviste, filosofe, cantanti, pittrici. Autonome, coraggiose, anticonformiste: più o meno note, sono donne che – in periodi storici e luoghi diversi.

Sabato “Alice in scatola”


Nell’attesa della mostra dedicata ad Alice che tra poco aprirà a Porta Siberia, il Museo Luzzati propone ai più piccoli di imparare a costruire da soli il Paese delle meraviglie. Basteranno una scatola da scarpe (da portare con sè), insieme a cartoncini colorati, pennarelli, carta e colla messi a disposizione dal laboratorio del museo per costruire con le proprie mani il fatato mondo di Lewis Carrol. I bimbi potranno trascorrere un pomeriggio divertente alle prese con piani e prospettive che terminerà con la merenda con i prodotti Latte Tigullio. La partecipazione al laboratorio costa 5 euro a bambino. La prenotazione è obbligatoria al numero di telefono 010.2530328 info@museoluzzati.it.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: