Locale fracassone in piazza Don Gallo, gli abitanti denunciano: “La polizia municipale rifiuta di intervenire”

Schermata 2015-10-31 alle 17.23.43Gli abitanti lo hanno denunciato più volte con esposti e con video già pubblicati anche sul blog Genovaquotidiana (questo uno degli articoli, il più recente, ma ce ne sono anche di più vecchi, risalenti al luglio scorso https://genovaquotidiana.com/2015/10/17/le-notti-impossibili-del-ghetto-fiesta-fino-alle-5-del-mattino-nel-locale-caciarone/ ): il locale che si affaccia sulla piazzetta (ma ha il suo ingresso in via del Campo) fa passare in bianco le notti a tutti gli abitanti della zona. Come potete sentire ascoltando il video, la musica è tenuta a un livello insopportabile e il chiasso prosegue, nel fine settimana (venerdì, sabato e domenica) fino alle 5 del mattino.
Le richieste di aiuto, spiega la gente della zona, cadono però, puntualmente, lettera morta e al titolare del bar-balera, un italiano, si consente di fatto di continuare a fare ciò che vuole, in totale spregio di leggi e regolamenti. I residenti cominciano a chiedersi per quale motivo le forze di polizia e le autorità, malgrado gli esposti e le continue telefonate, permettono che un privato gestisca di fatto una discoteca in pieno centro abitato senza alcuna insonorizzazione (che abbia il permesso per gli intrattenimenti danzanti è tutto da dimostrare), perché nessuno interviene per farlo smettere, perché la risposta alle richieste di aiuto è sempre un “no”, a volte motivato con la carenza di pattuglie a volte, come ieri sera, con la necessità di chiamare, invece della “municipale”, i carabinieri perché si tratterebbe, secondo il centralinista (un uomo con un forte accento genovese) di <un problema di ordine pubblico>.
<È solo baccano – dice la cittadina, una professoressa universitaria, che ieri è rimasta esterrefatta quando il centralinista della polizia municipale ha risposto così -. Non stiamo parlando di risse, accoltellamenti o spaccio. È musica a tutto volume. Che la pm dica di non potercela fare ci lascia increduli e sinceramente amareggiati. Ci pare chiaro che manchi la volontà di intervenire>.
Gli abitanti della piazza hanno già provato a parlare col titolare del bar. <Ci ha accusato di volerlo rovinare – dicono i cittadini. Noi vogliamo solo che rispetti le regole, cioè che chiuda quando deve farlo secondo i regolamenti comunali e che insonorizzi il locale oppuire lo trasferisca lontano dalle case. Non possiamo andare avanti così, siamo disperati. Nessuno ci tutela, ci sentiamo presi in giro>.
Gli abitanti chiedono ai vertici della polizia municipale di ascoltare la registrazione della conversazione di ieri sera, poco prima della mezzanotte e, se lo ritengono, di prendere provvedimenti nei confronti del centralinista che ha deciso di non passare l’appello dei cittadini alle pattuglie sul territorio. <Qualcuno deve intervenire – dice la gente di piazza Don Gallo, dove vivono anche anziani e bambini -. Invece, veniamo sempre “rimbalzati” e nessuno riesce, o almeno prova, a far rispettare le regole. Stiamo meditando un’esposto alla magistratura in cui chiederemo di valutare se esistono gli estremi dell’omissione d’atti d’ufficio. Alla “denuncia” allegheremo l’esposto che risale a diversi mesi fa e tutti gli orari delle telefonate con le quali abbiamo provato inutilmente a chiedere aiuto e che potranno essere facilmente rintracciate, visto che le chiamate alle forze di polizia vengono registrate. la magistraturta avrà l’occasione di poter ascoltare un campionario di scuse vastissimo, usato per negare a noi l’aiuto. Questo comportamento della polizia municipale ci crea anche un forte danno biologico, visto che non interviene per fare smettere il baccano che non ci fa dormire tre notti su sette. Capiamo che una sera possa essere successo qualcosa di eccezionale, ma qui sono mesi che la pm rifiuta di intervenire quando chiamiamo per chiedere aiuto e che di fatto al titolare del bar si permette di continuare a infrangere leggi e regolamenti>.

Il video/audio del baccano di ieri sera ripreso da due case differenti della piazza

One thought on “Locale fracassone in piazza Don Gallo, gli abitanti denunciano: “La polizia municipale rifiuta di intervenire””

  1. bene è l’ora di smettere con le minacce e passare ai fatti denunciare IN PROCURA l’omissione di atti d’ufficio e basta con le scuse e rimpallarsi le responsabilità

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: