La giunta Toti vuole pagare le spese legali a chi è accusato di eccesso di legittima difesa dopo una rapina in casa

sonia-viale-620x330

La Regione Liguria è pronta a sostenere le spese legali di chi verrà accusato, dopo il primo gennaio 2016, di eccesso di legittima difesa, a seguito di una rapina in casa. Ad annunciarlo è l’assessore ligure alla Sicurezza Sonia Viale che oggi ha presentato in giunta un disegno di legge per stanziare, dal fondo sulla sicurezza, 30 mila euro da destinare a questo scopo. Il provvedimento metterà come priorità l’aiuto agli over 65.  “Tutelare chi si difende da un reato è un gesto di civiltà – interviene Viale- pertanto pensiamo sia necessario colmare il vuoto normativo che oggi c’è in Liguria, dotando la nostra regione di una legge per il patrocinio nei procedimenti penali per la difesa dei cittadini che, vittime di un reato contro il patrimonio o la persona, siano indagati per aver commesso un delitto per eccesso di legittima difesa”. L’obiettivo di questo disegno di legge – approvato oggi in giunta – è, precisa Viale “fare sentire, in modo tangibile, la propria vicinanza soprattutto a quelle persone, in età avanzata, che spesso sono oggetto di rapine, aggressioni e violenze che vanno a colpire affetti e i risparmi di una vita e sono sempre più effettuate con crudeltà ed efferatezza più che in passato”. Il provvedimento dovrà passare al vaglio del Consiglio regionale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: