“Time out”, sabato sette concerti dal vivo nelle botteghe del Civ Casana

vendo_appartamento_vico_casana_genova_5850075433114802572L’evento si propone di sostenete l’associazione Janghi Onlus che l’accesso all’istruzione del programma nazionale laico senegalese a bambini che per varie ragioni ne sono stati esclusi e spesso vengono affidati a maestri coranici, ricevono un’educazione esclusivamente religiosa e sono costretti a mendicare per mangiare.

Musica nei negozi, nelle botteghe artigiane, nei ristoanti, nei bar e nelle gallerie d’arte. L’appuntamento è per sabato prossimo 10 ottobre, dalle 15,30 alle 23. “Time out – musica nei vicoli del centro” è giunto alla sua terza edizione e viene organizzato dal Civ Casana. Sette i concerti dal vivo previsti nel quartiere.

Il programma: dalle 15,30 fino alle 18,45 dj set presso Fabriek in vico San Matteo; alle 16 concerto del cantautore irlandese Joel Cathcart presso artre Gallery in vico dei Garibaldi; alle 17,00 concerto Dixieland di String Trio & Golden Jam session in piazza dei Garibaldi ; alle 18,15 duo arpa e violoncello C.Boggio e A.Massa presso Guidi&Schoen in vico Casana ; alle 18,45 coro di Millelire Gospel Choir presso il sagrato di piazza San Matteo; alle 20 duo chitarra e voce Chromatic Duet in piazza Luccoli ; alle 21,30 musiche del mondo di Quarantagradi all’Osteria del Sole in vico Antica Accademia.

Il percorso musicale si sviluppa nei vicoli illuminati da candele accese sul bordo della strada.

L’ evento sostiene la associazione Janghi Onlus (www.janghionlus.com) che sarà presente presso ogni punto musicale.

Il tutto in un clima di accoglienza e ospitalità.

Janghi Onlus si propone di finanziare attraverso donazioni e crowdfunding l’accesso all’istruzione del programma nazionale laico senegalese a bambini che per varie ragioni ne sono stati esclusi. In questo primo anno scolastico 2014-2015 Janghi ha iscritto 29 bambini considerati casi sociali e 30 talibés* alla scuola della Ong Enfance et Paix di Dakar con la quale collaboriamo. Rispetto ai talibés* Janghi Onlus non si limita a pagare la retta scolastica, ma prevede anche un sostegno alimentare per evitare loro di dover andare a mendicare, un’assistenza sanitaria (tramite la pediatra co-fondatrice di Janghi Onlus Maria Laura Mastrogiacomo) e interventi per migliorare le condizioni di vita (alloggio, abbigliamento e igiene).

Chi sono i talibés? I talibés sono bambini affidati dalle proprie famiglie, generalmente contadini estremamente poveri, ad un “marabout” o “maestro coranico” per un’istruzione puramente religiosa. La loro alimentazione proviene principalmente dall’elemosina da parte della comunità. Questi bambini trascorrono quindi la loro infanzia, dai 4-5 anni di età fino all’adolescenza, lontano dai genitori, in condizioni estremamente precarie, a mendicare per molte ore al giorno nelle strade delle grandi città, ricevendo come unica formazione la memorizzazione del Corano.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: