Venerdì la notte notte europea dei ricercatori

Schermata 2015-09-22 alle 14.04.52 copiaLA NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI IN LIGURIA, dieci anni di ricerca ed una notte indimenticabile
GENOVA, ALBENGA, LA SPEZIA, BONASSOLA, appuntamento il 25 settembre 2015

Per celebrare il decimo anniversario de La Notte Europea dei Ricercatori in Italia centinaia di ricercatori di Università e Centri di ricerca pubblici e privati della Liguria hanno organizzato per venerdì 25 settembre 2015 una serata ricca di eventi e spettacoli, laboratori e giochi, esperimenti e concerti.

Dalle nanotecnologie alla robotica, dalla vita dell’homo sapiens alla meteorologia ed alle scienze della terra, dalla crittografia alla botanica, dalle profondità del mare all’infinito della volta celeste il pubblico sarà accompagnato alla scoperta di quanto la ricerca determini e influenzi la vita di tutti i giorni e le prospettive per il nostro futuro.

I ricercatori si metteranno in gioco non solo spiegando e dimostrando con laboratori ed esperimenti i contenuti delle loro scoperte, ma anche rendendosi protagonisti di spettacoli e concerti, con l’entusiasmo e il coinvolgimento che è stato il principale motivo del successo della manifestazione e del crescente gradimento di pubblico nelle edizioni precedenti.

Stimolare la curiosità e il piacere della scoperta, divertirsi all’insegna della conoscenza ed emozionarsi con le scoperte del mondo della ricerca sono gli obiettivi degli organizzatori, che, per coinvolgere un pubblico sempre più numeroso, hanno deciso di festeggiare alla grande il decennale della manifestazione introducendo nuove prestigiose location.

L’importante traguardo viene festeggiato, infatti, proponendo complessivamente ben sessantacinque eventi in sedi uniche e spettacolari, che da Levante a Ponente ospiteranno le iniziative in programma:

  • Albenga – Giardino Letterario Delfino e centro storico

Il punto sui cambiamenti climatici, rischi idrogeologici e salvaguardia delle specie, nell’incanto di un giardino dove botanica e letteratura si incontrano e nel cuore di un centro storico straordinario.

  • La Spezia – Arsenale e Circolo Ufficiali della Marina Militare

Uno dei luoghi più rappresentativi della marineria italiana ospita laboratori, conferenze, collegamenti e incontri

ravvicinati con ricercatori del mare e studiosi dello spazio.

  • Bonassola – Centro di Polivalenza Ambientale e Scientifica CePAS

Un centro di ricerca avanzato, in un tratto incantevole della costa ligure, dove la bellezza delle onde diventa esperienza scientifica.

  • A Genova, grande novità per l’edizione 2015 de La Notte Europea dei Ricercatori: il Porto Antico, una delle piazze più famose del Mediterraneo, circondata dai luoghi e dalle testimonianze secolari di conquiste tecniche e scientifiche, ospita il cuore della manifestazione cittadina, con un caleidoscopio di esperimenti, laboratori e spettacoli.

Dalle ore 17.00 alle ore 24.00 il Piazzale delle Feste si animerà con laboratori, dimostrazioni, giochi e presentazioni di tecnologie e studi nei più svariati campi del sapere: dalla gara di razzi ad acqua realizzati con materiali di uso comune all’interattività e alla modellazione 3D, dai robot sottomarini alle simulazioni robotiche per la chirurgia, dallo studio di fauna e flora ad un goloso esperimento di cottura ed assaggio. Il programma degli spettacoli comprende esibizioni di teatro e dialoghi, una brass band itinerante e uno scatenato concerto di band di ricercatori.

Al Museo Nazionale dell’Antartide, dalle ore 17.00 alle 22.00, focus sul continente bianco e parola agli studiosi che trascorrono l’inverno sui ghiacci, con un collegamento video con i ricercatori e la visita del nuovo percorso museale dedicato alla biologia antartica.

Acquario di Genova presenta al pubblico de La Notte Europea dei Ricercatori quattro progetti, alle ore 17.00/18.15/19.30: “Delfini metropolitani”, per studiare la presenza e le abitudini dei cetacei nelle acque liguri; “Il fischio firma nei tursiopi”: la comunicazione tra mamma e piccoli attraverso fischi caratteristici di ogni singolo individuo; “LIFEMYS”: progetto finalizzato alla conservazione della testuggine palustre Emys orbicularis ingauna; la partecipazione degli studiosi genovesi al programma Antartic Marine Leaving Resourches per analisi dello stato di salute dell’Oceano Australe.

Alla nuova location del Porto Antico si affianca, come nelle precedenti edizioni, quella prestigiosa del Museo di Archeologia Ligure di Genova Pegli, dalle ore 14.30 alle 19.30. Protagonista l’uomo preistorico, la nostra specie e le sue scoperte tecnologiche tra preistoria e futuro con la visita alla mostra “Le sfide di Homo Sapiens”, un incontro sulla vita delle donne nella preistoria europea e mediterranea ed un curioso “Invito a cena con i neolitici”. Non mancheranno visite guidate alla scoperta di Pegli, laboratori e conversazioni su scienza e archeologia antropologia e l’ormai tradizionale “Scienza su Navebus”, laboratori in battello tra Pegli e Porto Antico.

La Notte Europea dei Ricercatori in Liguria vuole, in modo intelligente e creativo, sensibilizzare il pubblico all’importanza della scienza e stimolare un modo diverso di vedere la realtà e la figura del ricercatore.

All’interno di un contesto di festa e divertimento, che utilizza strumenti e metodi di spiegazione e divulgazione accessibili a tutti, uomini e donne di scienza che hanno scelto una strada professionale sfidante e sempre in cambiamento hanno l’obiettivo di incontrare ragazzi e giovani, perché possano considerare l’ipotesi di un percorso di studi e di una carriera lavorativa finalizzati alla ricerca scientifica.

Tutti gli eventi in programma sono ad ingresso gratuito e si possono consultare sul blog http://nottedeiricercatori.comune.genova.it e seguire su Facebook La Notte dei Ricercatori in Liguria – Twitter @NotteRicercaLig

IL PROGETTO EUROPEO

La Notte Europea dei Ricercatori è il grande evento che porta la scienza ed i ricercatori tra i cittadini, i giovani, gli studenti. La Notte Europea dei Ricercatori 2015 coinvolge in Italia quattro progetti finanziati dalla Commissione Europea: Piemonte, Liguria, Perugia e Frascati. I progetti italiani coinvolgono 22 città e saranno protagonisti di questa manifestazione insieme ad altre 300 città in tutta Europa. La Notte Europea dei Ricercatori è un progetto promosso dalla Commissione Europea e La Notte Europea dei Ricercatori in Italia gode del Patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, del MIUR – Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca e di Expo Milano 2015.

Il programma ligure ha ottenuto il Patrocinio del Ministero della Difesa.

Info www.nottedeiricercatori.it – ec.europa.eu/research/researchersnight

 

I PARTNER DEL PROGETTO IN LIGURIA

Il progetto La notte dei Ricercatori in Liguria Party don’t stop è stato coordinato dal Comune di Genova Museo di Archeologia Ligure col Museo di Storia Naturale, elaborato ed organizzato da Associazione Festival della Scienza; CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche IMATI; IIT Fondazione Istituto Italiano di Tecnologia; Università degli Studi di Genova – DISTAV – DSA; SIIT Distretto Tecnologico Ligure sui Sistemi Intelligenti Integrati; Associazione Giardino Letterario Delfino di Albenga, DLTM Distretto Ligure delle Tecnologie Marine

In collaborazione con Porto Antico di Genova, Acquario di Genova, Fondazione Ansaldo, Genova; MUSIL, Fondazione Museo dell’Industria e del Lavoro, Brescia; CMRE, NATO Centre for Maritime Research and Experimentation, La Spezia; EMA, European Museum Academy (NL); Scientificast; Associazione Il Golfo e la Cultura del Mare; Lega Navale Italiana Sezione La Spezia; Museo Tecnico Navale della Marina Militare, La Spezia; IENI, CNR, Istituto per l’Energetica e le Interfasi; Baie del Levante – Meraviglia di colori; Comune di Bonassola; CiclopedonaleMareMonti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: