Camera di Commercio, domani la nuova giunta. Ecco i probabili nomi

cciaa
(Nella foto, a destra, con le bandiere, palazzo Tobia Pallavicino, sede della Cciaa)

Sarà nominata domani, mercoledì 23 settembre, in Camera di Commercio la nuova Giunta ma, prima, il consiglio dovrà votare la modifica dello statuto che porta da 10 a 11 i membri dell’organismo di governo di Palazzo Tobia Pallavicino. In base a un calcolo previsto per legge, sono aumentati i consiglieri (da 32 a 33). La giunta è prevista di consistenza pari a un terzo dei consiglieri.
Proviamo a ipotizzare da chi sarà composta la giunta di Paolo Odone, presidente Ascom, al suo quarto mandato.
Vice presidente vicario dovrebbe essere Massimo Giacchetta, presidente di Cna, a cui lascerà il posto il vice presidente uscente Felice “Cino” Negri, presidente di Confartigianato. È previsto, infatti, nell’ambito del tavolo della piccola e media impresa, le due associazioni si alternino nel ruolo. Negri resterà comunque in giunta. Queste le uniche due riconferme della vecchia giunta insieme alla presidente dell’altra associazione dei commercianti, Patrizia De Luise, e al presidente di Legacoop Gianluigi Granero. Gli altri nomi, salvo sorprese dell’ultimo minuto, dovrebbero essere tutti nuovi. Si dà per certo, ad esempio, Paolo Corsiglia che ha sostituito Germano Gadina alla guida di Coldiretti e prende anche il suo posto in consiglio e nella giunta della Cciaa.
L’industria dovrebbe essere rappresentata da Filippo Delle Piane, costruttore (ma in “quota Odone”) e da Beppe Costa, presidente di Costa Edutainment. Per il turismo, sembra probabile che sieda in giunta Alessandro Cavo, appena nominato vice presidente vicario di Ascom. Per il settore marittimo si fanno i nomi di Giulio Schenone e Marco Novella (spedizioni e trasporti). Un posto sarà di pertinenza del settore di banche e assicurazioni e toccherà quindi a Cesare Castelbarco Albani. Il tavolo della piccola media impresa e i sostenitori di Odone dovrebbero essere, quindi, 9, mentre due posti resteranno ai rappresentanti di Confindustria: Novella e Costa, che era anche stato candidato alla presidenza dall’associazione ottenendo però solo 4 voti (e depositando, personalmente, scheda bianca).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: