WIKI LOVES MONUMENTS 2015, il concorso fotografico che libera i monumenti

fontUn mese intero – settembre – per immortalare i monumenti della città e partecipare al più grande concorso fotografico del mondo.

Venerdì prossimo, 4 settembre, alle 17 presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi, l’Assessore alla cultura e al turismo, Carla Sibilla, presenterà – insieme all’Associazione Open Genova che cura l’edizione genovese – WIKI LOVES MONUMENTS che, anche quest’anno, vedrà Genova fra le città protagoniste.

L’iniziativa – rivolta a fotografi professionisti, appassionati e semplici dilettanti – è alla sua quarta edizione nazionale e rappresenta una vetrina importante per i Comuni italiani e i loro monumenti, dai più celebri fino a quelli ancora poco noti. Con l’edizione 2013 il concorso è entrato nel Guinness dei Primati come il più grande del mondo nel suo genere.

In occasione dell’edizione 2015 il Comune di Genova ha deciso di “liberare” altri monumenti che si aggiungono a quelli oggetto di una medesima delibera dello scorso anno. Il Codice Urbani (D.lgs 42/2004) sancisce infatti l’impossibilità di fotografare monumenti e diffonderne le immagini senza una precisa autorizzazione da parte degli Enti territoriali che li hanno in consegna.

Dal Castello D’Albertis alla Fontana di Piazza De Ferrari, dal Monumento a Cristoforo Colombo a quello a Giuseppe Mazzini, dalla Scalinata di Piazza Tommaseo al Monumento ai Mille di Quarto e altri ancora, sono ben 17 le new entries che vanno ad aggiungersi ai monumenti dell’edizione 2014 della manifestazione, che ha visto premiata una foto del Cimitero monumentale di Staglieno scattata durante un mapping party.

Le foto vanno caricate su Wikimedia Commons attraverso il sito http://www.wikilovesmonuments.it e possono essere state scattate in qualsiasi momento. Non è quindi necessario che si tratti di un’immagine recente: si potrà anche inviare uno scatto del passato. L’importante è che il monumento sia fra quelli in elenco. Per ulteriori info sul concorso visitate il sito http://www.wikilovesmonuments.it

Di seguito la lista dei 17 nuovi monumenti “liberati”:

  1. Castello D’Albertis – Museo delle Culture del Mondo – Corso Dogali, 18
  2. Fontana di Piazza De Ferrari – Piazza De Ferrari
  3. Scalinata Giorgio Borghese – Piazza Tommaseo
  4. Monumento a Vittorio Emanuele II (F. Barzaghi e L.Pagani) – Piazza Corvetto
  5. Monumento a Giuseppe Mazzini (P. Costa) – Piazzale Mazzini
  6. Monumento ai caduti di San Vincenzo Alto (F. Messina) – Piazza Goffredo Villa (Castelletto)
  7. Monumento a Cristoforo Colombo di vari autori – Piazza Acquaverde
  8. Monumento ai Mille (E. Baroni) – Quarto ai Mille
  9. Monumento al Fante (i Mutilati – E. Baroni) – Corso Aurelio Saffi, 1
  10. Monumento a Raffaele Rubattino (Augusto Rivalta) – Piazza Caricamento
  11. Monumento al pittore Nicolò Barabino di Augusto Rivalta – Piazza Nicolò Barabino (Sampierdarena)
  12. Il Tempietto (ex Cappella mortuaria – A Scaniglia) – Via Carlo Rolando
  13. Fontana monumentale (costruita dalla Cooperativa di costruzioni) – Piazza Luigi Settembrini
  14. Villa Imperiale Scassi “La Bellezza” – Largo Pietro Gozzano, 3
  15. Villa Spinola di San Pietro – Via Spinola di San Pietro,1
  16. Teatro Gustavo Modena – Piazza Gustavo Modena, 3
  17. Villa Centurione Monastero – Piazza Monastero, 6

Ecco tutti gli altri monumenti di Genova “liberati” nella precedente edizione e che si possono fotografare anche quest’anno:

  • Arco di Trionfo – Piazza della Vittoria
  • Casa di Colombo – vico Dritto Ponticello
  • Chiostri e Museo di Sant’Agostino – Piazza Sarzano, 35 R
  • Cimitero di Staglieno (particolari di statue e tombe di famiglia) – Staglieno Piazzale Resasco
  • Commenda di San Giovanni di Pré – Piazza della Commenda
  • Loggia dei Mercanti – Piazza dei Banchi
  • Musei di Strada Nuova (Palazzo Rosso, Bianco, Tursi) – via Garibaldi
  • Museo Risorgimento e Casa natale G. Mazzini – via Lomellini, 11
  • Palazzo Verde Magazzini dell’Abbondanza – via del Molo
  • Parco e i Musei di Nervi – via Capolungo 3
  • Parco e Villa Pallavicini – via Ignazio Pallavicini 5
  • Porta Soprana – Piano di S. Andrea
  • Teatro Carlo Felice e Statua di Garibaldi – Passo Eugenio Montale, 4
  • Torre degli Embriaci – Piazza degli Embriaci
  • Torre della Lanterna – Rampa della Lanterna
  • Via del Campo 29r – Emporio museo musicale – via del Campo, 29r
  • Villa Croce – via J. Ruffini, 3
  • Villetta Di Negro e Museo Arte Orientale E. Chiossone – Piazzale Mazzini, 4
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: