A Lavagna il professor Alberto Diaspro (Iit) racconta la Terra, “pianeta del futuro”

550813_390251761055633_222112392_n

Pianeta Terra: il futuro a chilometro zero. Umanoidi, bioplastiche, plantoidi, supermiscroscopi e spugne magiche“: Alberto Diaspro, direttore del Dipartimento di Nanofisica e vice direttore dell’Iit (dove si occupa di nanoscopia ottica e nanobiotecnologie), porta l’alta tecnologia… in campeggio, quello di Lavagna dove trascorre le sue vacanze da quarant’anni. Proprio al campeggio “Lo Scoglio”, infatti, è prevista per domani alle 21,30 la conferenza dell’ingegnere elettronico e professore universitario. Spiegherà perché la Terra può ancora essere il pianeta del futuro attraverso video e immagini delle nuove tecnologie sviluppate o in via di svilippo all’Iit.
<Iit – spiega Diaspro – è uno spazio aperto per la ricerca popolato da 1.440 giovani ricercatrici e ricercatori che, a chilometri zero, affrontano nuove sfide tecnologiche e scientifiche per il miglioramento della qualità della vita e per l’ampliamento degli orizzonti della conoscenza. Iit è uno spazio aperto a nuove idee in continuo sviluppo occupazionale: mondo, Europa, Italia, Liguria… Genova>. Al professor Diaspro è particolarmente cara la divulgazione, tanto che spesso partecipa a iniziative tese a spiegare al grande pubblico temi che ai più sembrano particolarmente tecnici e ostici.
Diaspro è, tra le altre cose, professore associato, nel raggruppamento di Fisica applicata, presso il Dipartimento di Fisica, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche, e Naturali dell’Università degli Studi di Genova, presidente di Ebsa, Associazione delle Società Europee di Biofisica, membro del consiglio scientifico dell’Ifom (Istituto Firc di Oncologia Molecolare, Milano), esperto scientifico qualificato del Miur, associato all’Istituto di Biofisica del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

One thought on “A Lavagna il professor Alberto Diaspro (Iit) racconta la Terra, “pianeta del futuro””

  1. Negli anni la distanza tra la fantascienza e la realtà e’ diminuita, l’aspettativa di vita aumenta di circa 3 mesi per anno. Si potrebbe usare l’ossimoro introdotto da uno dei più grandi scrittori cubani, Carpentier, di meraviglioso o magico realismo. La tecnologia e le scienze a dilatare il senso di meraviglia verso quello che ci circonda… l’ambiente di questa chiacchierata sara’ il mitico – per me che lo frequento da 40 anni – campeggio Lo Scoglio di Lavagna.

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: