Domani la manifestazione a Voltri. Autorità portuale: “Iniziativa pretestuosa”

L’appello: “Tutti al mare!” per difendere il litorale. Palazzo San Giorgio: <Un confronto sui progetti del Porto per evitare mistificazioni>.

11745570_937266449665159_8430673234602479700_n
<Una giornata di festa e insieme  di lotta a difesa del nostro litorale>: così il coordinamento dei comitati e delle associazioni del Ponente invita tutti i cittadini a partecipare, alle 16, alla manifestazione che è stata indetta sulla spiaggia di Voltri. Continua, dunque, il confronto tra cittadini e Autorità Portuale. Secondo i primi, il progetto prevederebbe <riempimenti sul Vte e il rischio di veder sparire la spiaggia di Voltri>.
Palazzo San Giorgio risponde così: <Confrontando le motivazioni della manifestazione e i documenti reali, si capisce come si stia correndo il rischio, in assenza di un serio e sincero confronto, di creare solo gravi mistificazioni. L’agitazione si basa su notizie infondate. Questo anche perche’ nessuno dei comitati coinvolti ha chiesto un’illustrazione del piano regolatore portuale (Prp) o un confronto sui fatti>. Per l’Autorità portuale genovese, nessuno <degli scenari tratteggiati dai comitati corrisponde al vero: per la prima volta, la realizzazione del Prp porterà all’abitato di Voltri notevoli miglioramenti nella qualita’ della vita per i residenti. Questo anche perche’ il confronto, il dialogo e la collaborazione con il Municipio sono costanti e fruttuosi. Risulteranno valorizzati il fronte mare e la spiaggia. Proprio la spiaggia non corre alcun rischio rispetto agli interventi previsti dal piano. Il riempimento contestato dai comitati e’ notevolmente piu’ contenuto rispetto a quello già approvato anni fa e per cui non erano state sollevate proteste”.
La gente ha paura che la diga venga allungata e che cambino le modalità di accesso delle navi. Per questo, i comitati invitano <pescatori, bananti, associazioni sportive e frequentatori della spiaggia di Voltri> a riempire il mare con barche, gommoni, vele e surf. <Venite a riempire la spiaggia con i vostri bambini, con i vostri asciugamani, con i vostri palloni, con la vostra voce e a gridare: “Il mare e la spiaggia di Voltri non si toccano”> si legge in un manifestino che invita a partecipare.
Secondo una nota dell’Autorità Portuale, invece, l’assetto della diga a ponente non cambierà <e le navi continueranno a entrare in porto nello stesso modo. E non è reale la tesi per cui i lavori previsti servono per smaltire il materiale di scavo del Terzo Valico, per il semplice fatto che quando l’opera in porto sara’ realizzata, secondo i programmi, gli scavi dovranno essere già terminati. In ogni caso, non siamo davanti a un diktat ma alla presentazione di uno schema di Piano regolatore che ora e’ all’esame della Via da parte della Regione Liguria e che in seguito sarà disponibile alla cittadinanza per ogni osservazione del caso>.
<I toni e i contenuti dell’agitazione, quindi, sono fuori luogo e unicamente pretestuosi – aggiungono a Palazzo San Giorgio  -, dettati dalla scarsa conoscenza degli atti se non da altri oscuri fini. Autorità Portuale, da sempre attenta al dialogo con i residenti, è pronta a qualsiasi chiarimento e approfondimento, sulla base però di un principio chiaro di serietà. I buoni risultati di questa condotta, da parte di Palazzo San Giorgio, hanno portato per esempio alla concertazione delle opere con i comitati di Pra’ e al superamento delle contestazioni con i cittadini di Pegli>.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: