Genova, la Liguria, “La potenza della bellezza” ad Expo 2015

ManridMILANO – Genova e la Liguria compaiono anche al secondo piano del Padiglione Italia, dove è allestito il percorso “La potenza della bellezza” inserito nella mostra “Identità Italiane”, un progetto culturale e artistico di Marco Balich, che racconta le tre potenze italiane – il saper fare, la bellezza e il superamento del limite – attraverso alcuni esempi. La rassegna, secondo il concetto ispiratore del direttore creativo, presenta l’Italia come vivaio di energie nuove, nido del futuro, ricco di passato, ma non malinconico museo delle proprie grandezze. L’itinerario inizia con una presa di coscienza: la “distress chamber” e il Tg news wall (monitor con news feed su emergenze ambientali) costringono ad una esperienza di stress psico-fisico e invitano, in modo perentorio, ad una riflessione sullo stato del nostro pianeta. Dopo questo “scossone” iniziale, il visitatore può immmergersi in tre stanze altamente simboliche che rappresentano la vera potenza della bellezza italiana: paesaggi, architetture e dettagli di interni mozzafiato ripresi con tecniche che valorizzeranno la loro unicità.

La Liguria ad Expo 2015
(La cattedrale di San Lorenzo. Cliccare sulla foto per vederla a formato pieno)

Le vedute, gli interni, i paesaggi vengono replicati visivamente grazie ad un sistema a specchi (riflessioni) e a tratti scomposti (caleidoscopio) per produrre una visione originale, un nuovo sguardo sulla bellezza e un effetto di riproduzione infinita che avvolge il visitatore. Tra le immagini che scorrono, ci sono sia Manarola sia diverse inquadrature della cattedrale di San Lorenzo. Nella visione proposta il concetto di bellezza è inquadrato all’interno dei canoni prospettici. Canoni che si manifestano nella disposizione dei paesaggi (sempre ad “orizzonte coerente” rispetto all’osservatore) e nella struttura della stanza.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: