Quartieri 

Espropri per l’ammodernamento della Cremagliera Principe-Granarolo nel tratto dalla partenza a via Bari

Approvati gli ordini del giorno del Pd che impegnano la giunta a mantenere in attività la cremagliera tra Granarolo e via Bari durante i lavori, a informare i cittadini su come procederanno i lavori e sulle tempistiche, a riposizionare la pensilina che era stata tolta, a realizzare un collegamento con servizio bus integrativo che dal capolinea di San Francesco da Paola possa portare al Lagaccio per raggiungere l’attuale capolinea del bus della linea 54 e tornare a San Francesco da Paola

“Progetto definitivo ammodernamento della linea cremagliera Principe – Granarolo nel tratto dalla stazione Principe alla fermata via Bari”, ieri il consiglio comunale ha votato all’unanimità l'”Apposizione del vincolo preordinato all’esproprio e dichiarazione di pubblica utilità”. La delibera è stata presentata al consiglio «su proposta dell’Assessore all’Urbanistica, Demanio Marittimo, Sviluppo Economico, Lavoro e Rapporti Sindacale, Mario Mascia di concerto con l’Assessore a Bilancio, Lavori Pubblici, Opere strategiche infrastrutturali, Rapporti con i Municipi, Pietro Piciocchi».

Il progetto prevede «l’acquisizione degli immobili di proprietà di terzi occorrenti per la realizzazione dell’opera» per 35mila euro, a carico di Amt.

Sulla delibera sono stati presentati otto ordini del giorno dal Pd. Il primo assorbito dall’ordine del giorno numero 8, il secondo: “a fornire un cronoprogramma dettagliato, nel quale si evincano le tempistiche delle lavorazioni, affinché ne siano informati i cittadini interessati dal cantiere e la cittadinanza tutta”, il terzo: “a predisporre misure, di concerto con gli uffici competenti e gli attori interessati, che consentano di mantenere in funzione il tratto della Cremagliera fra Granarolo e via Bari durante i lavori”, il quarto: “ad istituire un servizio bus integrativo che dal capolinea di San Francesco da Paola possa portare al Lagaccio per raggiungere l’attuale capolinea del Bus N. 54 e tornare a San Francesco da Paola”, il quinto: “a riposizionare la suddetta pensilina, come da richiesta già effettuata dal Municipio Centro Ovest nei confronti della Mobilità del Comune di Genova”, il sesto: “a garantire nei confronti dei cittadini la durata dei cantieri stabilita e l’efficienza del servizio alternativo dei trasporti”. Il settimo: “Ad attivarsi per valutare il potenziamento della ferrovia a cremagliera Principe – Granarolo, escludendo l’ipotesi della funivia; a valorizzare il territorio del Lagaccio con progetti di riqualificazione di prossimità”. L’ottavo: “a verificare a che punto siano le pratiche in mano all’ufficio espropri; se siano previsti degli indennizzi per tali espropri; se vi sia stata comunicazione con i cittadini; a relazionare in apposita Commissione”. L’assessore Campora ha dato parere favorevole agli ordini del giorno 2,3,4,5,6 e 8. Parere contrario all’ordine del giorno 7.

Gli ordini del giorno 2-3-4-5-6-8 sono stati approvati all’unanimità, respinto l’ordine del giorno 7 (quello che avrebbe impegnato la giunta ad escludere l’ipotesi della funivia) con 22 voti contrari della maggioranza e 12 a favore dell’opposizione.

La delibera è stata approvata all’unanimità.

Related posts

%d