sparks of firecrackerCronaca 

Fuochi d’artificio scaduti, bagnati e, quindi pericolosi. Sequestrati in un negozio di via Canevari

I fuochi, circa una cinquantina di chili in tutto, non erano illegali, ma essendo mal conservati rappresentavano un rischio. Alcuni erano scaduti ben 7 anni fa, nel 2015

È stato necessario procedere subito alla distruzione del materiale pirotecnico sequestrato nel negozio della Valbisagno. Il nucleo Artificieri della questura li ha portati alla cava dei Camaldoli dove sono stati fatti esplodere.

Nonostante i botti fossero prodotti e acquistati regolarmente dai dettaglianti, il fatto che fossero scaduti rappresentava un fattore di grave rischio. Alla scadenza, i fuochi d’artificio invenduti dovrebbero essere smaltiti e i proprietari del negozio non lo hanno fatto. Per questo sono stati denunciati.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: