Enti Pubblici e Politica Politica 

Dal Governo 100 milioni per il Campasso e la politica genovese si scatena: corsa al comunicato e lite nella sinistra attraverso le e-mail ai media

Alle 11:21 il senatore Basso (Pd, quindi in minoranza) arriva per primo nelle caselle di posta elettronica dei media, precedendo anche Rixi (viceministro, quindi membro del governo che ha stanziato l’ingente somma) la cui nota arriva alle 14:25. Prima era arrivato anche il comunicato del consigliere regionale Pd Rossetti (13:03) e dalla consigliera Pd a Tursi Cristina Lodi (14:05). Alle 16:02 arriva la reprimenda di Linea Condivisa al senatore Dem: «Perché dimentica alcuni compagni di squadra?». Poi la raffica di politici leghisti che, ognuno con propria mail, vuole commentare lo stanziamento promesso dal loro leader Salvini, ministro dei Trasporti. Buon ultimo nella casella mail attiva il M5S che, come il resto della sinistra, si intesta il risultato. Un teatrino 2.0 degno di una commedia degli equivoci

Se i cittadini-elettori potessero vedere le caselle di posta elettronica dei media, probabilmente l’astensionismo crescerebbe ancora. Sono frequentissime le liti a mezzo comunicato tra maggioranza e opposizione di governo, in Regione e in Comune, ma anche quelle tra partiti che stanno all’interno della stessa coalizione con comunicati di botta, risposta, risposta alla risposta e risposta alla risposta alla risposta: tutto in un pugno di minuti. Queste beghe finiscono sui media condensate in qualche riga all’interno di articoli sul tema generale oppure, più frequentemente, non escono per niente. Col redattore che, se ha fatto il Classico e ha passato gli anta, mentre preme l’icona del cestino fa spallucce ed esclama “Quousque tandem abutere, Catilina, patientia nostra?”. O, più sobriamente, sboffonchia contumelie e si profonde in sbuffi spazientiti pensando: «Ma non si possono incontrare e insultarsi di persona?». Eh, no, perché l’impressione (fortissima) è che più che i temi, siano care le citazioni su carta stampata, nei video in Tv, sul web. L’importante è comparire. Tanto che sui media online, se si punta alle condivisioni social, bisognerebbe fare un articolo per ogni mail, perché se si condensa la bega in una sola uscita, come si fa abitualmente nei giornali cartacei, non lo condivide nessuno. Se, invece, si divide ogni intervento, ogni partito o consigliere si condivide il suo. “È la stampa 2.0, bellezza!”, per parafrasare la famosa battuta del film diretto da Richard Brooks “L’ultima minaccia” che risale al 1952 senza perdere di freschezza.

C’è poi la Lega, che da qualche tempo manda comunicati in serie in mail differenti per ciascun politico del partito, non di rado con lo stesso identico testo dove cambiano solo i nomi dei virgolettati oppure con un testo molto simile a tutti gli altri. Non è chiara la strategia e, cioè, se l’addetto stampa speri così l’improbabile pubblicazione di tutti i comunicati uno dopo l’altro o se, piuttosto, sapendo benissimo che ne uscirà uno solo, orienti il titolo sul protagonista del primo comunicato lanciato costringendo il giornalista a continue revisioni e aggiunte.

Nel caso specifico del finanziamento per il Campasso, si è replicata oggi, a mezzo comunicati, l’ormai proverbiale e stucchevole litigiosità tra i partiti della sinistra. Non ancora consci, pare (nonostante i risultati ben poco lusinghieri delle ultime elezioni regionali, comunali e politiche) proseguono nell’eterna contrapposizione interna, nel continuo far volare gli stracci sotto il naso degli elettori anche sul web e sui social. Il senatore Pd (autore della mozione a cui Salvini ha risposto assicurando il mega stanziamento) ha piantato la bandierina (sì, è riuscito a piantare la bandierina su un provvedimento del governo dal quale è escluso) battendo in velocità persino ministro, viceministro e loro partito di appartenenza. Linea Condivisa gli ha rinfacciato il lavoro comune in sede locale, giorno per giorno, da anni. Mentre il ri-neo-parlamentare era sparito fino alle elezioni politiche dai radar.

Arriva, infine, il M5S che parla di «Un risultato cui siamo arrivati insistendo su un percorso di condivisione e trasparenza con i cittadini». Inutile ricordare che, come il Pd, come Linea Condivisa, anche i pentastellati non sono al governo del Paese.

GenovaQuotidiana pubblica qui sotto tutti gli interventi, scegliendo di pubblicare per primo quello del viceministro Rixi. Perché una volta si faceva così: si pubblicavano le citazioni virgolettate in ordine gerarchico, a seconda del ruolo ricoperto da chi le rilasciava e indipendentemente dal gradimento personale: il ministro prima del consigliere regionale, il consigliere regionale prima di quello comunale.
Andremo, poi, in ordine cronologico, in sostanza “in ordine di arrivo”. Se avete voglia di leggere, sta tutto qui sotto. E giudicate voi se le cose non stanno come le abbiamo descritte. Ah, come al solito hanno vinto tutti e ciascuno ha il merito, ovviamente più di tutti gli altri. Siamo praticamente certi che nessuno dei politici menzionati condividerà, ma solo pubblicare tutto assieme rende esattamente di come stia procedendo la comunicazione politica. E non da oggi.


“Per il Campasso a Genova ci sono 110 milioni. Un importante segnale alla città, un impegno mantenuto dal Mit per la riqualificazione della zona. Un’opera connessa agli investimenti ferroviari previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che rappresenta anche una occasione importante di rigenerazione urbana”. Lo dice in una nota il deputato e vice ministro al Mit della Lega Edoardo Rixi.


Lavori pubblici, Basso (PD): “Confermati altri 100 milioni di euro per la Valpolcevera, per il Progetto integrato di riqualificazione e rigenerazione urbana del Campasso e di Certosa”.
Questa mattina durante l’audizione del Ministro Salvini in 8ª commissione Lavori pubblici al Senato, il Ministro dei Trasporti rispondendo alle domande poste dal vicepresidente della commissione e senatore del Partito Democratico Lorenzo Basso, tra cui quella riguardante le risorse per il territorio della Valpolcevera, ha annunciato che sono stati inseriti gli ulteriori 100 milioni di euro per il Progetto integrato di riqualificazione e rigenerazione urbana del Campasso e di Certosa.
“Dopo le prime risorse stanziate in Estate (la stagione è in maiuscolo nel testo n. d. r.) – spiega Lorenzo Basso senatore Pd ligure e vicepresidente commissione Lavori pubblici e ambiente in Senato – non erano state calcolate ulteriori risorse per indennizzi e opere di riqualificazione per le zone di Certosa e Campasso, perché i lavori che stanno interessando i quartieri erano considerati una ‘riattivazione di linea’. Grazie però al prezioso impegno dei Comitati, del Partito Democratico in Comune e in Regione si è riuscito a far capire che si tratta invece di un’opera fortemente impattante sul tessuto cittadino e urbano. Così dopo gli 89 milioni di euro stanziati in estate arriva il completamento del contributo con ulteriori 100 milioni di euro, che serviranno per il completamento del Progetto integrato di riqualificazione e rigenerazione urbana del Campasso e di Certosa”.
“Raggiunto questo risultato – conclude Basso – ora monitoreremo l’utilizzo di queste risorse che, non solo dovranno indennizzare i cittadini, ma ridare a tutta l’area soggetta ai lavori e ai disagi – da Sampierdarena a Certosa, Rivarolo e Fegino – un’opportunità di rinascita e riqualificazione, a partire dalle coperture ferroviarie dove necessarie”.


Lavori pubblici, Rossetti (PD): “Gli ulteriori 100 milioni confermati dal governo sono una straordinaria occasione di rigenerazione urbana per Campasso e Certosa”
“Bene che il governo abbia deciso di finanziare quanto promesso dal ministro Giovannini, perché oltre ai giusti indennizzi da riconoscere a chi continuerà a vivere sulla linea ferroviaria del terzo valico e a chi invece dovrà lasciare la propria casa, questa è una straordinaria occasione di rigenerazione urbana. Con questi circa 189milioni di euro si potrà sviluppare e intraprendere una profonda azione di riqualificazione e il sindaco di Genova ha il dovere, con un ampio processo partecipativo, di restituire vivibilità e qualità alla vita di chi abita in Valpolcevera e a Sampierdarena e attivare finanziamenti integrati pubblico privati per riqualificare le abitazioni anche di Arte e del Comune: serve un trasporto pubblico locale più efficiente, nuove scuole, parcheggi di interscambio servizi per persone fragili e interconnessione tra i presidi realizzati dal territorio come la Casa della salute a Bolzaneto”, così il consigliere regionale del Partito Democratico Pippo Rossetti dopo la notizia dello stanziamento di ulteriori 100milioni per il Progetto di rigenerazione e riqualificazione di Campasso e Certosa.
“E’ importante – conclude Rossetti – avviare un processo di condivisione e dare spazio alle idee e alle istanze dei comitati, dei Municipi Valpolcevera e Centro Ovest e del territorio, per non correre il rischio che, malgrado questi fondi, alcune aree si svuotino per una riduzione della popolazione, che avrebbe ricadute sulle attività commerciali già aggredite dai supermercati”.


Nuovi finanziamenti per la Valpolcevera e Campasso, Cristina Lodi (PD): «Importante adesso convocare una commissione consiliare sul processo di riqualificazione». A seguito della notizia di questa mattina del senatore del Partito Democratico Lorenzo Basso sull’assegnazione dei 100 milioni di euro promessi dal Ministro Giovannini da aggiungersi agli 89 già stanziati per il Progetto integrato di riqualificazione e rigenerazione urbana del Campasso e di Certosa, si esprime la consigliera comunale per Partito Democratico Cristina Lodi: «Questa è un’ottima notizia, frutto di un lavoro a 360° tra le istituzioni del territorio, i municipi e i cittadini con i Comitati – spiega la consigliera – ed è giusto che la popolazione coinvolta totalmente da tutti i lavori potesse intravedere un’attenzione da parte del governo che chiede molto ma che con queste risorse si deve prendere cura del futuro e della vita delle persone. Quello che preoccupa è che tutto verrà dato in gestione al Comune ai sensi della convenzione firmata a fine agosto. Sono ancora in attesa di una commissione consiliare sulla destinazione dei fondi e sulla realizzazione dell’opera in Valpolcevera e Campasso, chiesta a luglio e ancora non convocata, che dimostra come sempre la difficoltà su trasparenza, partecipazione e condivisione. Solleciterò nuovamente la commissione consiliare perché è importante che ci sia trasparenza in tutti i processi di assegnazione di indennizzi, e che le scelte di riqualificazione da Sampierdarena, Certosa, Rivarolo e Fegino siano davvero una risposta concreta a quanto in questi anni questi territori hanno subito a seguito della grande tragedia del crollo del Ponte Morandi».


Campasso, Piana (Lega): ulteriori 110 milioni di euro grazie a Salvini e Rixi. Il ministro domenica a Genova. ’’Per l’intervento di riqualificazione dell’area del Campasso a Genova ci sono ulteriori 110 milioni di euro. Lo ha confermato stamane il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini, che domenica 4 sarà a Genova. L’area genovese rientra quindi negli investimenti ferroviari previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza nell’ambito del progetto integrato di riqualificazione e rigenerazione urbana del Campasso e di Certosa. Un ottimo risultato, per cui ringraziamo Matteo Salvini e il vice ministro del Mit Edoardo Rixi. È stato necessario un cambio di Governo per considerare l’intervento che interessa il Campasso e Certosa non una mera riattivazione di linea, ma una vera e propria nuova strategica infrastruttura al servizio del territorio”. Lo ha dichiarato il consigliere regionale della Lega e presidente della III commissione attività produttive Alessio Piana.


Pnrr, Lega: 110 milioni per il Campasso e Certosa grazie al MIT di Salvini e Rixi – Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti,
Matteo Salvini ha annunciato che arriveranno a Genova 110 milioni di euro per la riqualificazione dell’area del Campasso. Nuove risorse che permetteranno di completare il restyling del quartiere. L’investimento riguarda anche l’area della ferrovia inserita negli investimenti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Un risultato atteso da tempo dal territorio e per cui dobbiamo ringraziare il ministro Matteo Salvini e il viceministro Edoardo Rixi. Lo dice in una nota il gruppo Lega in Comune a Genova.


Rossella D’Acqui, Gianni Pastorino e Filippo Bruzzone (Linea Condivisa): “ulteriori 100 milioni per il Progetto Campasso, Certosa e Fegino: perché il senatore PD Basso dimentica alcuni compagni di squadra? ”.
Apprendiamo con piacere da risposte ad interrogazioni parlamentari fornite dal Ministro delle Infrastrutture che ulteriori 100 milioni sarebbero stati inseriti nel Progetto integrato di riqualificazione e rigenerazione urbana del Campasso, di Certosa e di Fegino. Pensiamo che il lavoro fatto dalle forze politiche di opposizione in Regione, in Comune e soprattutto dai Comitati delle due zone stia dando i suoi frutti.
Così dopo gli 89 milioni stanziati in estate, arriva il completamento del contributo con questi ulteriori 100 milioni.
Spiace però leggere il comunicato del Senatore del PD Lorenzo Basso, il quale porge ringraziamenti soltanto al suo partito e ai comitati. Dimentica il Senatore Basso, chissà come mai, il lavoro svolto dalle altre parti dell’opposizione e nello specifico dimentica il lavoro svolto da Linea Condivisa, Movimento 5 Stelle e Lista Sansa che, parimenti al PD, in questi mesi si sono molto adoperati per fare sopralluoghi, chiedere audizioni, dialogare coi comitati e soprattutto parlare tanto con la gente, cosa che invece non ricordiamo abbia fatto il senatore in questione.
E spiace anche constatate che il Senatore Basso abbia dimenticato una riunione tenutasi circa un mese fa nei locali della Regione alla presenza di tuti i comitati e organizzata proprio dal Consigliere Regionale e Capogruppo di Linea Condivisa Gianni Pastorino, con la presenza del Movimento 5 Stelle (a tutti i livelli), del PD (a tutti i livelli) e della Lista Rosso Verde in Comune, riunione ideata e organizzata proprio affinchè vi fosse un interscambio reale delle informazioni e un sostegno comune per la salvaguardia di un territorio fragile e spesso dimenticato da tutte le amministrazioni che hanno governato la nostra Città.
Crediamo che atteggiamenti del genere siano miopi e sbagliati e che siano negativi per i soggetti autonomi che si muovono sul territorio come i comitati che fanno un grande lavoro di collegamento con la cittadinanza oltreché siano negativi per le battaglie sociali e di tutela del territorio che moltissimi di questi comitati portano avanti da tempo.

Rossella D’Acqui, presidente di Linea Condivisa; Gianni Pastorino consigliere regionale; Filippo Bruzzone, consigliere comunale.


LINEA DEL CAMPASSO, MOVIMENTO 5 STELLE: “CONTINUARE NEL SOLCO DELLA CONDIVISIONE E VIGILARE SULL’UTILIZZO DEI FONDI”

“Bene, il via libera agli ulteriori 100 milioni di euro per la rigenerazione dei quartieri della Valpolceverainteressati dalla riattivazione della linea del Campasso, l’ultimomiglio del Terzo Valico. Un risultato cui siamo arrivati insistendo su un percorso di condivisione e trasparenza con i cittadini, che abbiamo sempre difeso dando loro voce nell’individuazione, ai tavoli pubblici, dei progetti attuabili per la riqualificazione e rigenerazione urbana. Come M5S siamo sempre stati vigili e presenti sia a livello comunale e regionale che parlamentare: ora si sta definendo la parte terminale, che è quella più importante, e ribadiamo ancora una volta quanto sia importante non deviare dalla condivisione con i cittadini, visto che si tratta di un’opera fortemente impattante sul tessuto cittadino e urbano. Sarà vitale vigilare sul corretto utilizzo delle risorse come diciamo dalla prima ora e come M5S non abbasseremo la guardia, nell’interesse dei genovesi. Ci riserviamo comunque di giudicare l’intera operazione non appena saranno resi noti gli atti ufficiali, perché per il momento di scritto non vi è nulla”. Lo dichiarano i pentastellati liguri commentando le notizie giunte da Roma. “Detto ciò – aggiungono -, prendiamo atto che quando si porta a casa un risultato, c’è sempre chi fa fughe in avanti, facendo volutamente finta di non avere avuto dei compagni di strada. Il Pd dovrebbe ormai sapere che con la condivisione si ottengono grandi cose. Al M5S comunque non sono mai interessate le bandierine dell’ultimo tratto. Il lavoro costante e quotidiano che abbiamo fatto per i cittadini con i cittadini è sotto gli occhi di tutti”.

MoVimento 5 Stelle Camera e Senato, MoVimento 5 Stelle Liguria, MoVimento 5 Stelle Genova


MIT, 110 MILIONI PER LA RIQUALIFICAZIONE DEL CAMPASSO. ASSESSORE BENVEDUTI: “GRAZIE A SALVINI E RIXI ULTERIORE TASSELLO PER RIGENERAZIONE URBANA DI UN QUARTIERE CHE HA SOFFERTO TANTO”
“Grazie all’importante intervento del ministro alle Infrastrutture Matteo Salvini e del suo viceministro Edoardo Rixi, sono stati inseriti nelle linee programmatiche del Mit altri 110 milioni di euro per la riqualificazione del Campasso e di Certosa. Un ulteriore tassello, che si aggiunge agli 89 milioni già stanziati, che serviranno al completamento del progetto integrato di rigenerazione di un quartiere fragile della città, che ha sofferto molto negli ultimi anni”. Lo ha detto l’assessore allo Sviluppo economico di Regione Liguria Andrea Benveduti.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: