comune Enti Pubblici e Politica 

Sversamento di idrocarburi nel Varenna, Campora: «Indagini della magistratura. Speriamo che la bonifica termini in tempi brevi»

L’assessore ha risposto in consiglio comunale a un’interrogazione di Bruzzone (Pd) e Ghio (Sansa-Linea Condivisa-Europa Verde): «Il Comune non ha competenze dirette, ma è in contatto con gli enti preposti per sensibilizzare l’Eni». L’azienda, con una nota stampa, nei giorni scorsi aveva ammesso che lo sversamento proveniva dai propri impianti

«Le operazioni di bonifica del torrente Varenna sono in corso. Il Comune di Genova è in contatto costante con gli Enti preposti e si è attivata anche la Protezione Civile di Regione Liguria. Attendiamo l’esito delle indagini della magistratura su quanto accaduto». Lo ha affermato oggi l’assessore all’ambiente Matteo Campora in riferimento allo sversamento di idrocarburi nel torrente Varenna, a Pegli, avvenuto lo scorso 27 settembre.

Rispondendo alle interrogazioni a risposta immediata delle consigliere Rita Bruzzone (Partito Democratico) e Francesca Ghio (Lista Sansa-Linea Condivisa-Europa Verde), che chiedevano le azioni messe in atto dalla Civica Amministrazione per limitare i danni ambientali prodotti dallo sversamento e ridurre i disagi agli abitanti di Pegli e Multedo, l’assessore Campora ha spiegato che «l’Amministrazione, pur non avendo la competenza diretta su eventi come quello avvenuto a Pegli, attraverso la Direzione Ambiente è in contatto diretto con gli Enti preposti al fine di portare avanti attività di sensibilizzazione con ENI ed altre aziende che svolgono attività» come quella di stoccaggio di prodotti petroliferi.

«Attendiamo che le operazioni di bonifica terminino nel periodo più breve possibile, dopodiché sarà mia cura, tramite la nostra Direzione, avere e trasmettere al Consiglio Comunale tutte le informazioni che ci saranno comunicate. Al momento – ha concluso Campora – ci sono delle indagini in corso ed i relativi atti sono secretati».

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: