diritti e sociale 

La Cucina Popolare Genovese offre pasti ai bisognosi due volte la settimana (ma punta a 7 giorni su 7)

Ieri ha aperto i battenti, presso gli spazi del Circolo Matteotti di Staglieno, il nuovo progetto rivolto al sociale e all’emergenza alimentare targato Cucina Popolare Genovese. L’iniziativa parte dalla voglia di fornire un servizio utile al territorio, una mensa sociale che possa rispondere alle esigenze dei più fragili (per ora quelli segnalati dall’Ambito Territoriale Sociale) fornendo un tassello importante alla rete sociale della Valbisagno. La Valle offre molti progetti solidali grazie ad associazioni, istituzioni e liberi cittadini

La mensa sociale in Valbisagno nasce dal pensiero di un territorio ed è stato possibile ottenerla grazie alla determinazione di Aldo Milfa e Marco Furno che, insieme a tantissimi sostenitori, e in sinergia con il Municipio Media Valbisagno, sono riusciti a concretizzare il progetto che, coordinato dall’ambito territoriale e sociale e regolamentato da un patto di collaborazione municipale, porterà sostegno concreto a molte famiglie.

Aldo Milfa, ideatore del progetto, esprime così la sua soddisfazione: «Volevo fare qualcosa di utile per il territorio e, senza non poche difficoltà di vario tipo, grazie a una squadra di amici disponibili al volontariato, siamo riusciti ad aprire le porte della mensa sociale di Vallata. L’obiettivo del progetto non è solo legato all’emergenza alimentare, ma è anche accogliere le persone in un ambiente confortevole che permetta loro di socializzare».

Per il momento la mensa sociale è aperta due giorni alla settimana e sostiene 15 utenti indicati dall’ATS. Il Presidente dell’Associazione Cucina Popolare Genovese, Marco Furno, aggiunge: «Vogliamo ringraziare di cuore i nostri soci che stanno contribuendo sia economicamente sia con ore di volontariato. Ringraziamo l’ambito territoriale e il Municipio per averci supportato in questa importante iniziativa. Siamo un bel gruppo di amici determinato ad aiutare il prossimo. Abbiamo in mente diverse iniziative per aumentare il sostegno al progetto, lavorando in rete con altre realtà, con l’obiettivo di potenziare il servizio nei prossimi mesi».

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: