Economia Lavoro 

La Fondazione David Chiossone cerca infermieri per le sue strutture

Mercoledì 28 settembre e giovedì 6 ottobre due Open Day alla Residenza Del Monte per fa conoscere le attività e reclutare nuovo personale

La Fondazione David Chiossone, che dal 1868 lavora per garantire servizi di eccellenza a tutti i suoi utenti con diverse fragilità, cerca infermieri per le sue strutture dislocate a Genova e dedicate a ciechi e ipovedenti di ogni età, pluridisabili, anziani, malati psichiatrici, bambini e ragazzi con disabilità dello sviluppo e autismo.

Per conoscere da vicino l’articolata realtà della Fondazione David Chiossone e le possibilità di inserimento lavorativo, mercoledì 28 settembre e giovedì 6 ottobre dalle 10 alle 11.30 la residenza Chiossone Monte – in salita Nuova NS del Monte 8a a Genova – sarà aperta per due speciali Open Day dedicati agli aspiranti infermieri. Per info e prenotazioni: 327.7676323 / 320.9298574

[Continua sotto]

Oltre alla Residenza Del Monte, attrezzata per assistere pazienti post-acuti che dopo la dimissione dall’ospedale necessitano di un periodo di riabilitazione specifica, gli infermieri potranno essere inseriti anche in altre strutture, quali: la Residenza Armellini, residenza sanitaria assistenziale per anziani, specializzata per accogliere in particolare ospiti ciechi o ipovedenti; la Residenza Psichiatrica Il Caprifoglio, che accoglie persone con disturbi psichiatrici in un ambiente umano e familiare, in cui interventi medici, infermieristici e psico-pedagogici mirano a favorire la reintegrazione nel contesto sociale valorizzando le risorse personali; il Centro Diurno e la Residenza La Giostra, dedicati a pluridisabili maggiorenni, che qui, oltre a programmi riabilitativi individuali, hanno la possibilità di seguire laboratori artigianali e vivere esperienze di autonomia, sport e socializzazione.

I numeri: 30 infermieri, 10 medici, 75 operatori sociosanitari, 8 fisioterapisti, 3 assistenti sociali, 5 psicologi, 10 educatori, 21 riabilitatori, 187 dipendenti e 31 collaboratori lavorano quotidianamente per affiancare 224 pazienti e oltre 500 utenti.

«All’interno di questo sistema, l’infermiere è una figura centrale, che può dare un contributo essenziale e prezioso per garantire a ciascun utente il massimo livello di cura e assistenza e il diritto di non essere emarginato – dicono al Chiossone -. Per questo la Fondazione Chiossone offre loro organizzazione e stabilità: il miglior contratto della sanità privata, premi produttività, welfare aziendale, premi incentivanti, permessi studio, flessibilità. Per i laureandi, il David Chiossone prevede infine percorsi mirati di training on the job, alta formazione e assunzione».

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: