In evidenza 

*** Forte terremoto con epicentro a Bargagli. Percepito forte anche a Genova ***

Un sisma di magnitudo stimata 4.3 è avvenuto all 15:39 con epicentro a Bargagli

Il terremoto è stato registrato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. La magnitudo stimata è tra 3.9 e 4.4 della scala Richter.

Aggiornamento: L’istituto di Geofisica e Vulcanologia ha divulgato maggiori informazioni. L’epicentro è stato a 2 chilometri a ovest di Bargagli a una profondità di 10 km. La magnitudo registrata è stata, alla fine, di 4.1 gradi.

La sala operativa della Protezione civile regionale sta facendo tutte le verifiche del caso ed è in contatto con il Dipartimento nazionale. Da un primissimo monitoraggio non risultano danni a edifici e persone. Sono comunque in corso tutti i contatti per gli approfondimenti.

Bargagli è in zona con pericolosità sismica bassa, che può essere soggetta a scuotimenti modesti.

Molte le persone che sono uscite dagli edifici. Per alcuni secondi che sono sembrati eterni nelle case hanno tintinnato le cristallerie e sono caduti oggetti dagli scaffali. Ai piani alti si è sentito chiaramente vibrare l’edificio. In qualche zona della città si è anche sentito un boato provenire dalla terra.

I lavoratori e tutte le persone presenti sono uscite dalla Camera del Lavoro a Cornigliano

Persone in strada anche a Piccapietra e nella zona intorno al tribunale, in tutto il centro. Evacuata per precauzione la torre Wtc a San Benigno.

A Pieve Ligure è caduta la statua di un angelo che decorava la chiesa. La statua si è infranta al suolo sopra il dehors di un locale, per fortuna vuoto in quel momento. I tecnici comunali e la protezione civile stanno facendo il controllo degli edifici pubblici e il censimento degli altri eventuali danni.

Il sisma è stato percepito in tutta la Riviera di Levante sino alla Spezia. Sentito anche a Pontremoli e Borgotaro.
Le scosse sono state avvertite in tutta la Provincia di Genova e al confine tra Liguria e Piemonte.

“Dal salone Nautico dove mi trovavo, mi sono messo subito in contatto con la Protezione civile Nazionale e con i Vigili del Fuoco e non risultano danni alle persone. Nei primi minuti successivi al terremoto sono state ben 146 le chiamate ricevute dalla centrale operativa del 112 presso l’Ospedale San Martino di Genova. Subito dopo il sisma ci siamo messi in contatto con il sindaco di Bargagli che ci ha rassicurato e ci ha comunicato di non aver rilevato danni”. Così il presidente di Regione Liguria in merito alla forte scossa di terremoto, con epicentro nel Comune di Bargagli, che si è avvertita oggi a Genova alle 15.39.
“Da un primo monitoraggio – continua il presidente – il terremoto ha danneggiato la chiesa di Pieve Alta, ed è crollata sul sagrato una statua. Ma la cosa importante è che al momento non sembra ci siano feriti”.
Intanto la circolazione ferroviaria risulta sospesa, in via precauzionale, sulla linea Genova-La Spezia tra le stazioni di Genova Brignole e Santa Margherita Ligure e nella tratta Genova-Ronco Scrivia sulle linee Genova-Milano, Genova-Torino e Genova-Busalla. Il provvedimento si è reso necessario per consentire ai tecnici di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) le necessarie verifiche dello stato della linea a seguito della scossa di terremoto

Articolo in aggiornamento

In copertina: grafica da Google

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: