silhouette of a man playing saxophone during sunsetSpettacoli 

“Jazzando InGenova”, un mese e mezzo di musica, arte e teatro in ogni quartiere della città

18 concerti in altrettante strade e piazze di Genova, da ponente a levante e spingendosi fino alle vallate dell’entroterra, per sei settimane consecutive a cavallo di settembre ed ottobre, con sconfinamenti anche nel mondo dell’arte, della fotografia e del teatro

È il programma della prima edizione di “Jazzando InGenova”, manifestazione promossa dall’Associazione Gezmataz in collaborazione con Assoartisti Confesercenti ed il contributo di Comune di Genova e Ministero della Cultura – Dipartimento Spettacolo, ideale estensione all’intera città dello spirito di “Jazz in the Caruggi” che, a inizio marzo e fine aprile, aveva invece animato il centro storico con le sue prime due edizioni.

La formula di “Jazzando InGenova” prevede un concerto al giorno da giovedì a sabato di ogni settimana, a cominciare dall’esibizione dell’Amarangolo Quartet di giovedì 15 settembre in piazzale Rusca, a Quinto. Un altro quartetto, quello guidato da Stefano Mati, suonerà venerdì al Porticciolo di Nervi, mentre sabato sarà la volta del trio Rotella, Riggi, Cerruti a Boccadasse. Tutti i concerti ad ingresso libero con inizio alle ore 18.

[Continua sotto]

Motore della rassegna è, come detto, la storica associazione Gezmataz che già, da 19 anni, organizza ogni estate l’omonimo Festival e Workshop, capace di attirare a Genova i grandi nomi del jazz internazionale insieme agli astri nascenti e ai giovani talenti di casa nostra. «Con questa iniziativa vogliamo tracciare una strada per favorire sempre di più gli eventi culturali nelle periferie della nostra città – commenta Bruno Vitali, presidente di Gezmataz –. Saranno diciotto concerti di musica jazz circoscritti, ma con l’obbiettivo di coinvolgere i cittadini e gli esercenti negli spazi urbani normalmente snobbati dal fare cultura. Il partenariato con Confesercenti, che dà seguito a precedenti collaborazioni, potrà in questo modo consolidarsi così da prefigurare altre iniziative sul territorio».

«Questo progetto – aggiunge Marco Tindiglia, direttore artistico di Gezmataz – è anche l’occasione per dare visibilità ed opportunità a musicisti genovesi, giovani e meno giovani, così da uscire dalla tradizione estiva del festival Gezmataz che ha prevalentemente coinvolto artisti di levatura nazionale ed internazionale. Si esibiranno sia band già consolidate nel panorama musicale cittadino, sia gruppi e musicisti che sfrutteranno questa occasione per creare un loro progetto ad hoc che potrà poi svilupparsi in seguito. Sono entusiasta di questa iniziativa perché potrà fare da apripista ad ulteriori momenti culturali in periferia».

«Dopo il successo riscontrato dalle prime due edizioni di “Jazz in the Caruggi”, nel cuore del centro storico, questa volta abbiamo voluto portare la musica, e più in generale la cultura, in tutta la città – spiega Andrea Artioli, coordinatore di Assoartisti Genova –. Spesso le periferie sono considerate luoghi privi di attrazioni e di eventi capaci di aggregare le persone: con Jazzando InGenova vogliamo dare il messaggio opposto, portando letteralmente in ogni quartiere il nostro mix di musicisti professionisti e di giovani che, con il loro talento, promettono di rinverdire la tradizione jazzistica genovese nata con Natalino Otto. Vogliamo sfondare idealmente le mura della città vecchia e presentare una proposta culturale a 360 gradi che, oltre alla musica, abbracci anche il teatro e l’arte».

Come per “Jazz in the Caruggi”, inoltre, si rinnoverà il connubio tra musica e movida responsabile attraverso le degustazioni degli esclusivi mocktail – cocktail analcolici frutto dell’estro e della creatività del bartender –, preparati dal docente Fiepet Lab Luca Parcelli in occasione delle esibizioni di flair acrobatico del 6 ottobre in via Piombino, a Certosa, e del 13 ottobre in piazza dell’Olmo, a Molassana. «Siamo ben felici di contribuire a questa nuova iniziativa a favore di una movida sostenibile e di qualità, sul solco delle positive esperienze di Jazz in the Caruggi e della Mocktail Week – commenta Alessandro Simone, presidente Fiepet Confesercenti Genova –. In questo caso, l’ulteriore elemento di interesse consiste nel portare gli eventi al di fuori della cerchia del centro storico e di abbracciare l’intera città, rappresentando, anche per i bartender, l’occasione di sensibilizzare un pubblico sempre più ampio ed eterogeneo».

«Ringrazio gli organizzatori e i Civ che hanno predisposto un ricco calendario di iniziative diffuse sul territorio, coinvolgendo cittadini e attività commerciali – commenta l’assessore al Commercio del Comune di Genova, Paola Bordilli – dopo il grande successo di pubblico riscontrato da “Jazz in the Caruggi”, coniugando musica e intrattenimento del centro storico, siamo certi che anche “Jazzando in Genova” sarà un’iniziativa molto apprezzata dai genovesi di tutti i quartieri che verranno coinvolti come palcoscenico di concerti, mostre, esibizioni artistiche, teatro in piazza, con una ricca partecipazione di artisti di consolidata professionalità nel panorama genovese e non solo. Gli eventi che animeranno i nostri quartieri, da Levante a Ponente senza trascurare le vallate, colgono nel segno della nostra visione di città policentrica, perché pensati anche per valorizzare il nostro tessuto economico locale, le nostre piazze e le nostre delegazioni, facendone scoprire il fascino in una nuova dimensione artistica e musicale».

“Jazzando InGenova” si arricchisce della collaborazione con il Teatro dell’Ortica, che proporrà delle azioni teatrali partecipate sul tema della periferia. «L’idea – spiega il direttore artistico Giancarlo Mariottini – è quella di mettere in scena una piazza da vivere e da rivivere, uno spazio in cui incontrarsi, stare insieme, divertirsi, costruire. Un teatro semplice ma vero, emozionante ma alla portata di ognuno, per immaginare e creare aperture, per rivedere in una chiave inedita il contesto spaziale e umano della periferia». L’appuntamento con i due laboratori è per giovedì 13 ottobre in piazza dell’Olmo e sabato 22 ottobre in piazza Martinez, in entrambi i casi tra le 16,30 e le 17,45, a precedere l’inizio dei concerti.

Ampio spazio sarà dedicato alla pittura, grazie alla partnership stretta con l’associazione Pepita Ramone: una prima mostra collettiva è in programma venerdì 16 settembre al Porticciolo di Nervi e prevede anche una sessione di live painting di Priscilla Jamone. Seguiranno cinque personali dedicate ad altrettanti membri del collettivo: sabato 17 a Boccadasse esporrà Valeria Beccari; venerdì 30 settembre in piazza Rossetti opere e live painting di Viviana Giovannini; venerdì 7 ottobre a Borgo Incrociati opere e live painting di Davide Di Donna; sabato 15 ottobre in Largo Gozzano i quadri di Anna Cervetto e, infine, venerdì 21 ottobre la mostra di Danila Riedo in via Sestri.

Alla manifestazione si accompagna, infine, il contest “Fotografare i luoghi e la musica: la cultura tangibile e intangibile” aperto anche ai fotografi amatoriali, i cui migliori scatti saranno inclusi nella mostra finale gratuita curata da Donato Aquaro.

Gli organizzatori ringraziano per la collaborazione tutti i Civ e i pubblici esercizi che offriranno supporto logistico alle serate.

Il programma

giovedì 15 settembre

piazzale Rusca (Quinto)

Amarangolo Quartet

venerdì 16 settembre

porticciolo di Nervi

Stefano Mati Quartet

Mostra collettiva Pepita Ramone

Live painting Priscilla Jamone

sabato 17 settembre

Boccadasse

Rotella Riggi Cerruti

Mostra Valeria Beccari

giovedì 22 settembre

piazza Caduti Partigiani Voltresi (Voltri)

Red Sucker Lake

venerdì 23 settembre

via Lungomare di Pegli ore 17-19

Andrea Zanzottera

sabato 24 settembre

via Caprera (Albaro-Sturla)

Colmorto

giovedì 29 settembre

piazza Paolo da Novi (Foce)

Vigilante Martinelli Fedele

venerdì 30 settembre

piazza Rossetti (Foce)

Trio RandomGez

Mostra e live painting di Viviana Giovannini

sabato 1º ottobre

piazza Pontedecimo

Ben & Daemah

giovedì 6 ottobre

via Piombino (Certosa)

Ryokaku No Orchestra

Flair acrobatico e degustazione mocktail

venerdì 7 ottobre

via Borgo Incrociati (San Fruttuoso)

Casati Tagliazucchi Cerruti

Mostra e live painting di Davide Di Donna

sabato 8 ottobre

piazza Suppini (Struppa)

Bop Rebels

giovedì 13 ottobre

piazza dell’Olmo (Molassana)

Claudia Sanguineti e Fabio Vernizzi

Flair acrobatico e degustazione mocktail

16,30-17,45: laboratorio Teatro dell’Ortica

venerdì 14 ottobre

piazza Sopranis (San Teodoro)

Bilbosa

sabato 15 ottobre

largo Gozzano (Sampierdarena)

20 Strings

Mostra di Anna Cervetto

giovedì 20 ottobre

piazzale Parenzo (Staglieno)

Salvati Trio

venerdì 21 ottobre

via Sestri (Sestri Ponente)

Dabstep Jazz Band

Mostra di Daniela Riedo

sabato 22 ottobre

piazza Martinez (San Fruttuoso)

Milanese Tarantino Cerruti

16,30-17,45: laboratorio Teatro dell’Ortica

“Fotografare i luoghi e la musica: la cultura tangibile e intangibile”. Mostra con i migliori scatti del contest fotografico a cura di Donato Aquaro

Tutti gli eventi sono ad ingresso libero dalle ore 18 alle 20, salvo dove diversamente indicato. Maggiori dettagli e aggiornamenti sulla pagina Facebook Gezmataz Festival & Workshop.

In copertina: foto d’archivio

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: