Cosa fare a Genova 

Sabato e domenica ad Arenzano la Festa del Gesù bambino di Praga

La 114ª edizione della festa, a cura dei padri carmelitani scalzi. Previste la benedizione dal molo cittadino, la benedizione dei bambini sul piazzale del santuario e la tradizionale processione con i crocifissi. Nella notte la veglia di preghiera. Le celebrazioni religiose continueranno per tutta la giornata di domenica

Saranno due giorni intensi di preghiera e celebrazioni religiose, sabato e domenica ad Arenzano, al Santuario di Gesù Bambino di Praga.
È una tradizione che si rinnova da 114 anni. Le origini di questa devozione risalgono alla Spagna dell’XI secolo, quando un frate carmelitano modellò il bambinello con la cera. La statuetta fu portata a Praga dove si rivelò “Graziosa”, generosa di Grazie.
Nel 1628, la principessa Polissena Lobkowitz, la donò ai Frati Carmelitani a Praga perché ne curassero la devozione… fino a quando a Praga fu interdetto ogni culto religioso. Da allora, i frati carmelitani continuarono dal Santuario di Arenzano a venerare il Bambino Gesù di Praga.
Ancora oggi tanti fedeli si rivolgono al Bambinello di Praga per chiedere aiuto e guarigione oppure per scogliere i voti di grazie ricevute.

SABATO 3 SETTEMBRE
Alle 17.45 sul piazzale del Santuario, la benedizione dei bambini
impartita dal Card. Gualtiero Bassetti.
Alle 20.30 Tradizionale processione per le vie cittadine con tappa al molo.
Alle 22.30 ha inizio la veglia di preghiera, animata per tutta la notte dai frati carmelitani, fino all’alba.

DOMENICA 4 SETTEMBRE
La festa continuerà per tutta la giornata di domenica fino alle ore 19, quando la statuetta di Gesù Bambino di Praga verrà ricollocata sul trono dell’altare.
A chiudere la festa il concerto serale di Walter Muto con la partecipazione speciale dei Pilgrims with Music.

Programma completo sul sito

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: