Oggi a Genova 

Pericoloso cavo d’acciaio teso ad altezza uomo nelle acque della Fascia di rispetto di Pra’

La Capitaneria, ricevuta la segnalazione, in serata lo ha rimosso. Avrebbe potuto ferire o addirittura uccidere un diportista, un pescatore o un canoista

Ad accorgersi della presenza del cavo d’acciaio è stato il socio di una società sportiva che, per fortuna, passando da lì lo ha visto prima che qualcuno si facesse del male. Sarebbe potuto passare chiunque senza notarlo. L’uomo ha lanciato l’allarme sulla chat della società ed è stata immediatamente avvertita l’autorità competente, la Capitaneria di porto.

Del canale passano centinaia di persone ogni giorno, tra cui molti ragazzini iscritti alle società sportive che si allenano in canoa. Chiunque di loro avrebbe potuto non accorgersi del cavo, magari perché abbagliato da un riflesso o, semplicemente, voltato per qualche istante: difficile notarlo.

Lo “scherzo” di cattivo gusto, se di questo si è trattato, avrebbe potuto costare la vita a qualcuno.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: