Oggi a Genova 

La rissa in San Vincenzo è nata dopo una rapina. Tre i fermati, addosso avevano cellulari e portafogli altrui

Quando le volanti della Polizia sono sopraggiunte, dopo che alcuni cittadini avevano segnalato che circa 30 persone si stavano pestando, è scattato il fuggi fuggi. I poliziotti sono riusciti a fermare un minore (di 16 anni) e due ragazzi di 20 e 21 anni . Ad avere la peggio è stata una donna di 30 anni, soccorsa in codice giallo

La rissa, poco prima delle 23, tra via San Vincenzo, via Galata e via Tollot, sarebbe la conseguenza di alcune rapine. In effetti i ragazzi fermati avevano con sé oggetti altrui. Un telefono apparteneva a un diciottenne pestato poco prima in via XX Settembre con un pugno in faccia e qualche calcio ben assestato. Il giovane non è riuscito a riconoscere nel ragazzo che aveva addosso il suo rapinatore che per questo è stato denunciato per ricettazione.

Non è ancora chiaro se la ferita fosse stata rapinata o se si sia semplicemente trovata a passare di lì quando è scoppiata la rissa.

Parte dei partecipanti alla rissa sarebbe composta da minori non accompagnati. Molti gli interventi delle forze dell’ordine in conseguenza alle azioni violente e alle rapine messe in atto da alcuni questi giovanissimi. Due di quelli che sono stati trovati in possesso delle cose rubate, però, sono maggiorenni, anche se di poco, a testimonianza che il fenomeno non è ristretto ai giovanissimi ospiti delle comunità.

In copertina: foto d’archivio.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: