woman walking on pathway while strolling luggageEnti Pubblici e Politica regione turismo 

Turismo in Liguria: “tutto esaurito” a giugno e luglio. Gli stranieri aumentano anche rispetto al 2019

Toti: «Gli arrivi da oltrefrontiera segnano un +1,64% rispetto proprio al 2019, ultimo anno prima della pandemia». Boom di visitatori anche nell’entroterra

 “Le presenze dei turisti in Liguria nel mese di giugno hanno superato ampiamente quelle del 2019 e a luglio abbiamo registrato numeri da tutto esaurito nelle nostre località, sia in quelle di mare sia nell’entroterra. Ma il dato più significativo e che ci rende più orgogliosi è quello del ritorno importante degli stranieri: gli arrivi da oltrefrontiera segnano un +1,64% rispetto proprio al 2019, ultimo anno prima della pandemia. Questo vuol dire che i vaccini ci hanno permesso un totale ritorno alla normalità e che le campagne di promozione del territorio per sostenere il comparto hanno colpito nel segno”. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti in merito all’andamento della stagione turistica in Liguria. 

I dati reali dei primi 15 giorni di giugno segnano un + 9,22% rispetto allo stesso periodo del 2019, con un trend destinato a confermarsi anche per i secondi 15 giorni di giugno. Anche luglio ha fatto registrare il tutto esaurito in gran parte delle località liguri.


“Il mare più bello d’Italia premiato con il record italiano di Bandiere Blu e il nostro bellissimo entroterra – afferma ancora il presidente della Regione Liguria – continuano a incoronare la Liguria tra le mete più apprezzate. Le previsioni che avevamo formulato in primavera quindi sono state addirittura superate grazie al ritorno degli stranieri in maniera massiccia, soprattutto di tedeschi, francesi, svizzeri e americani. Una svolta determinante per il nostro turismo che negli ultimi anni, a causa della pandemia, aveva fatto registrare l’en plein di italiani dovendo però rinunciare forzatamente a chi arrivava dall’estero”.
“Nonostante le difficoltà attraversate in questi anni dai nostri albergatori – aggiunge l’assessore al Turismo e ai Grandi Eventi Gianni Berrino – la Liguria è riuscita a migliorare le strutture, offrendo ai turisti alta qualità nell’accoglienza. Questo è stato possibile grazie al lavoro condiviso tra regione, operatori e Comuni, sfruttando anche le peculiarità della nostra bellissima regione, che permette di offrire vacanze personalizzate tra mare ed entroterra, profumi, sapori e colori unici della nostra terra. Il ritorno dei turisti stranieri, poi, è molto importante per i nostri operatori visto che in Liguria il settore è in costante crescita. La capacità ricettiva complessiva della nostra regione conta infatti oltre 5.200 strutture ricettive, per quasi 62 mila camere e 153 mila posti letto suddivisi tra alberghiero, extralberghiero e area aperta. A queste si sommano gli oltre 25 mila aut registrati nei nostri uffici. Ma soprattutto è importante sottolineare come gli hotel 5 stelle continuino a aumentare, garantendo sempre maggiori servizi di qualità”.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: