person holding beer glass bottleOggi a Genova 

Alcol vietato a Genova da mezzanotte alle 8 del mattino. Si potrà bere solo nei locali e nei dehors

Dopo le 23:59 non si potrà bere alcol nemmeno nei contenitori di plastica. Un’ordinanza del 2017 vieta già lattine e bottiglie dalle 22 alle 6. Dalle 22 i negozi non potranno vendere alcol. La draconiana decisione è stata presa dal Comune di Genova alla luce dei problemi di ordine pubblico e vandalismo nelle varie zone cittadine della movida e non solo. In alcune zone il divieto varrà da mezzogiorno. Ecco quali sono

Il regolamento di Polizia urbana del 2017 vietava già di circolare con vetro e lattine dalle 22 alle 6 del mattino. Questo provvedimento vieta di bere da qualsiasi contenitore dalle 24 alle 8.

Non sarà facile controllare il rispetto dell’ordinanza, che varrà per tutta la città. Sono moltissimi i luoghi in cui i giovani si radunano. Inoltre, i ragazzi si spostano continuamente. Spesso portando con sé le bottiglie e le lattine comperate di giorno al supermercato, dove costano meno, e tenute nel frigo fino al momento di partire per la serata.

Sono previste anche zone in cui sarà vietato bere anche di giorno, come a Sestri Ponente dove esistono problemi di ubriachezza diurna.

Il provvedimento firmato dal vice sindaco Pietro Piciocchi su proposta su proposta degli assessori alla Sicurezza Sergio Gambino e al Commercio Paola Bordilli

Ogni giorno, dalle ore 12,00 alle ore 08,00 del giorno successivo, fino al 31 dicembre 2022, sono vietati a chiunque, in area pubblica e/o aperta al pubblico, ad eccezione delle superfici di somministrazione autorizzate (plateatici), il consumo e la detenzione finalizzata all’immediato consumo sul posto (contenitori privi della chiusura originaria) di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione nelle aree poste all’interno dei perimetri così definiti, ivi com- prese le vie che delimitano i perimetri stessi quando non espressamente escluse:

Zona di Rivarolo

via Rivarolo, Via Teresa Durazzo Pallavicini, Piazza Durazzo Pallavicini, Giardini Foltzer, Via Germano Jori, Via Borsieri, Via Campi, Via Fillak (dall’intersezione con Via Campi), via della Pietra, Via Benedetto Brin (compresa area Metro), Via Mario Bercilli, Via Adelaide Ristori, Via Virgilio, Viale Michelangelo Buonarroti (fino al civ. 1/R), Via Ludovico Ariosto, Via Aulo Persio, Salita San Bartolomeo della Certosa, Via Ausonio Vedovi, Via Mansueto (fino al civ. 4/A), Piazzale Bruno Palli (area ex-Fillea), Via Sergio Piombelli (fino all’intersezione con Piazzale Bruno Palli), Via T.M. Canepari, Piazzale Emilio Guerra, Via Gioacchino Rossini, Via Celesia, Via Teglia, Giardini Glauco de Mottono Ypalacios, via Maritano (da intersezione Via Teglia fino intersezione Via Cechov, comprese le aree di parcheggio interno alle aree commerciali) Via Carnia Via Teglia, Piazza Rivara, Piazza De Caroli, Piazza F. B. Savi. Piazza Livraghi, Piazza Rissotto, Via F. Bettini, Via Pastorino (da intersezione Via Barchetta fino a Piazza Rismondo), Via Custo. Via Anfossi (da Piazza Pontedecimo alla Stazione Genova Pontedecimo), Lungo Polcevera, Piazza G. Arimondi, Via G. Poli, Piazza dei Partigiani Caduti per la libertà, Via Beata Chiara, Via Felice del Canto, Via Natale Gallino (da intersezione Via Felice del Canto a Vico Perino compreso), Via Pieve di Cadore (da intersezione con Vico Perino a intersezione con Via Anfossi), Giardini Cerboncini.

Zona di Sampierdarena
• Via Chiusone, Via Argine Polcevera sino a Via Campi, Via Fillak (dall’intersezione con Via Campi, compresa Radura della Memoria), Via Del Campasso sino al voltino lapide Caduti del Campasso compresa Via S. Anguissola (strada chiusa), Via Vicenza, Via Caveri sino all’incrocio con Via Bazzi, Via Bazzi, Piazza Ghiglione, Via Currò (tra Piazza Ghiglione e Via Carlo Rolando), Via Carlo Rolando, Via G.B. Monti sino a Via Alfieri, Via Alfieri, Via Cantore fino a Via Pedemonte, Via Pedemonte sino a Via Dotte- sio, Via Dottesio, Via Di Francia, Via Milano, Piazza Dinegro, Piazza S. Teodoro, Via Di Fassolo, Via San Benedetto, Mura degli Zingari, Via Adua, Via Buozzi, Piazza Dinegro, Via Milano, Piazzale traghetti Iqbal Masiih, Via Milano, Via Albertazzi, Lungomare Canepa, Rotonda Donne di Teheran, Via alla Fiumara (fino all’altezza del sottopasso ferroviario), Via alla Fiumara (fino al collegamento con la rotonda in via P. Manto- vani), Via P. Mantovani (fino all’incrocio con Via R. Pieragostini), Via Eridania (fino all’incrocio con Via T. Grossi), Via Operai, Via Pieragostini (fino a Largo Jursè com- preso), Via G. Spataro, Sottovia Ferroviario Pedonale, Via Orgiero, Via Bezzecca, Via Miani (chiusa).

Zona Giardini Cavagnaro
Via Vecchia, Via Caderiva, Via Bobbio (tratto da via Caderiva a piazzale Resasco), piazzale Resasco, via Piacenza (tratto tra piazzale Resasco e ponte Monteverde), Ponte Monteverde, Lungobisagno Istria (tratto tra ponte Monteverde e la via E. Toti), Via E . Toti, Piazzale Parenzo, Ponte Campanella.

Zona Sestri Ponente
Via Puccini; Via Albareto; Via Angelo Siffredi; Salita Campasso di San Nicola fino a incrocio con Via Borzoli; Via Borzoli; Via Nuova Strada di Scarpino; Via Chiaravagna; Via Giovanni Arrivabene; Viale Carlo Canepa; Via Fabio da Persico; Parco Villa Rossi (compreso); Salita Inferiore Cataldi; Salita Cataldi (fino a primo incrocio Via Rollino); Via Rollino; Via Sant’Alberto; Via Merano; Via Carlo Corsi; Via Dei Costo; Via Bottino; Via Soliman.

che, in tutto il restante territorio del Comune di Genova, ogni giorno, dalle ore 00.00 alle ore 08.00, fino al 31 dicembre 2022, siano vietati a chiunque, in area pubblica e/o aperta al pubblico ad eccezione delle superfici di somministrazione autorizzate (plateatici), il consumo e la detenzione finalizzata all’immediato consumo sul posto (contenitori privi della chiusura originaria) di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione.

che le limitazioni ed i divieti stabiliti con la presente ordinanza non operino in occasione di eventi di carattere cittadi- no, nonché di manifestazioni commerciali a carattere straordinario di significativo interesse per la Città, per il tempo ne- cessario allo svolgimento dell’evento;

che le modalità e le tempistiche per consentire la deroga sopra citata, per ogni specifico evento, siano stabilite con atto dirigenziale congiunto della Direzione Sviluppo del Commercio e del Corpo di Polizia Locale, previo parere dell’assessore al Commercio, Artigianato, Pro-loco e Tradizioni cittadine di concerto con laAssessore alla Sicurezza, Polizia Lo- cale e Protezione Civile in ordine alla sussistenza dell’interesse pubblico alla realizzazione dell’evento stesso e alla definizione dei perimetri entro i quali viene concessa la deroga.


AVVERTE CHE

l’inosservanza delle disposizioni previste nella presente ordinanza comportano l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria di Euro 500,00;

all’atto della contestazione della condotta vietata del dispositivo, qualora il trasgressore invitato a conferire l’oggetto della violazione negli appositi contenitori per lo smaltimento non aderisca alla richiesta, si darà luogo al sequestro del- l’oggetto dopo averlo privato del liquido in esso contenuto ai sensi dell’art.13 della legge n. 689/81;

è fatta salva l’applicazione di ulteriori eventuali sanzioni per la violazione di speciali disposizioni legislative o regolamentari.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: