Oggi a Genova Senza categoria 

Festa notturna con tremila ragazzi ai giardini di Quinto. Intervengono le forze dell’ordine

Il vice presidente del Municipio Medio Levante Federico Bogliolo: «Cocci di bottiglia e cartoni da pizza ovunque. Stamattina pulizia Amiu. La situazione dei giardini va risolta». L’area è diventata, infatti abituale luogo di ritrovo di centinaia, a volte – come ieri sera migliaia – di ragazzi e nei giorni scorsi si sono verificate anche scazzottate e vere e proprie risse favorite dall’abuso di alcol

«Il locale chiosco ha organizzato una serata con dj set e sono arrivate tremila persone – racconta Federico Bogliolo, vice presidente del Municipio Levante -. Una marea di giovani e nessuno ne sapeva niente. Noi, come Municipio, non abbiamo autorizzato nulla e, per quanto ne so, nemmeno il Comune. Pare che il chiosco avesse l’impatto acustico in regola, ma questo non giustifica la presenza di quella marea di persone radunato nei giardini. Per un evento di quella portata ci vogliono un piano per la sicurezza vidimato da un tecnico ed entrate e uscite di sicurezza dall’area».

«Alle 23 – racconta ancora Bogliolo – sono arrivate le forze dell’Ordine che hanno bloccato la musica. I ragazzi hanno continuato ad andare in giro lasciando cocci di vetro delle bottiglie e cartoni di pizza dappertutto. Già ieri sera ho chiamato Amiu per organizzare la pulizia dalle 7:30. Sono andato anche io, per fare la mia parte. Spero che quanto è accaduto sia di monito per molti».

Resta il problema dei giardini, la sera spesso luogo di ritrovo di moltissimi giovani, il che sta a testimoniare quanto poco la città offra loro la sera e quanto sia necessario creare iniziative che offrano opportunità e al contempo riducano i disagi per il resto della popolazione.

[continua sotto]

«Cercheremo di capire perché è successo – prosegue il vice presidente del Levante -, Cercheremo di capire come arginare situazioni come quella di ieri sera. Nei giardini di quinto esiste già un impianto di telecamere che cercheremo di avviare il prima possibile. Le forze di Polizia sono arrivate e hanno fatto quello che hanno potuto, ma c’è un problema a monte e il problema è che manca l’educazione».

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: