In evidenza 

Pietrate e scritte pro Putin sulla ex casa famiglia che ospita donne e bimbi ucraini in via Calamandrei

Andrea Maganuco, governatore della Misericordia Ponente a cui Tursi ha affidato la ex casa famiglia del ponente: «Venerdì sera hanno preso a pietrate la casa dove ospitiamo le donne ucraine con i loro bambini e ora è comparsa scritta. Informiamo subito le autorità»

La “Z” simbolo dell’esercito russo, poi il nome di Putin. Non è il primo gesto ostile contro l’edificio. Venerdì sera lo stabile è stato fatto segno di pietrate da qualcuno che è rimasto sconosciuto. «Chiederemo aiuto a qualche associazione per poter presidiare la casetta di notte in maniera volontaria» spiega Maganuco. I gesti ostili fanno paura.

La casetta mette a disposizione 6 stanze per altrettante mamme con bambini.

La scritta è stata cancellata dai volontari, ma prima di sera qualcuno l’ha rifatta.

Related posts

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: